MENU
Chiudi
01/08/2018

Via S.Ambrogio, piano da 450 mila euro

Il Piccolo di Trieste

Importo a disposizione di esercenti, commercianti e artigiani disposti a investire per riqualificare la storica arteria urbanistica
È la più antica e di conseguenza lo scrigno più prezioso di storia cittadina. È stata la prima, correva il 1988, a essere riqualificata e pedonalizzata del centro storico. Poi i tempi sono cambiati e perfino il secolare gelso che dà oltre un secolo ombreggia l'osteria - chiusa da anni - è rimasto malinconicamente solo.Forse, ora, è arrivata l'ora del suo riscatto. È di via Sant'Ambrogio che parliamo, cuginetta minore dei corsi Garibaldi e Vittorio Emanuele II di Pordenone piuttosto che delle strade del centro di Treviso, tanto per fare alcuni esempi di impronta urbanistica veneziana.Sarà pubblicato dopo ferragosto il bando per incentivare la riqualificazione delle strutture commerciali, artigianali e di servizio di via Sant'Ambrogio. Il sindaco Anna Maria Cisint si è incontrata con i rappresentanti della Camera di commercio per mettere a punto gli ultimi dettagli di quella che si presenta come una rilevante operazione di risanamento che metterà a disposizione degli operatori interessati 450 mila euro complessivamente. L'iniziativa è frutto di un'intesa fra l'Amministrazione e l'ente camerale ed è la prima del genere di questa portata nella nostra realtà provinciale. Uno degli obiettivi più importanti è quello della riapertura del ristorante, del bar e dell'albergo Al Gelso che, oggi rappresenta una sorta di "buco nero" e che potrebbe rianimare la via dietro il duomo. «I contatti avuti ci rendono ottimisti sul fatto che questo risultato possa essere raggiunto già con l'inizio del prossimo anno - annuncia il sindaco Cisint - e assieme al bar municipio, all'apertura dell'università dell'Ute al Palazzetto Veneto e la possibilità di collocare un ufficio di Promoturismo, aperto anche sabato e domenica, comincerà ad avere un nuovo volto l'area trascurata dai monfalconesi per l'abbandono e il degrado in cui era stata lasciata. Il tutto rientra nella strategia di regolamentazione delle attività commerciali nell'area del centro storico, dove limitare gli insediamenti di call center, pocket money e centri massaggi, per dare dignità a questo contesto, come ha fatto di recente il Comune di Genova. Prevediamo già in autunno di arrivare alla relativa Convenzione con la Regione». Il bando sarà a "sportello" e le domande potranno essere presentate sino a metà gennaio del prossimo anno. Si prevedono tre fasce di intervento che potranno riguardare sia la riqualificazione urbanistica, sia gli arredi in base alla dimensione e percentuali diversificate di intervento che potranno andare dal 70 all'80% della spesa complessiva.«La riqualificazione della via storica di Sant'Ambrogio - sottolinea il sindaco - è un' aspetto rilevante dell'impegno dell'amministrazione di rilancio del centro cittadino perché ritorni ad essere riferimento e punto d'incontro della città e questo intervento ne è un tassello importante". --R.C. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore