scarica l'app
MENU
Chiudi
11/06/2019

Via Anelli, c’è il bando per la demolizione

Il Mattino di Padova - Claudio Malfitano C.MAL.

Si cerca l'impresa per buttare giù le palazzine dell'ex ghetto: 700 mila euro la spesa per tre mesi di lavori, 15 giorni a edificio il futuro della stanga
Claudio MalfitanoVia alla gara d'appalto per demolire via Anelli. È davvero arrivato l'ultimo atto del complesso Serenissima, quello che per molti anni è stato il ghetto di Padova. E che ha visto prostituzione e spaccio pian piano "sostituire" gli studenti che vi abitavano, fino ad esplodere negli episodi di scontri tra gruppi di immigrati dell'estate 2007. Molti anni dopo, l'amministrazione vuole mandare letteralmente in polvere la reputazione della zona, con l'ausilio delle ruspe. Che saranno azionate, secondo il cronoprogramma messo a punto dall'assessore ai lavori pubblici Andrea Micalizzi, tra settembre e ottobre. spesa di 700 mila EURDemolire via Anelli osterà circa 700 mila euro. Si parte, infatti, con una base di gara di 776 mila esclusa l'Iva. Ma l'appalto potrebbe portare a un risparmio di alcune decine di migliaia di euro. Le imprese interessate hanno tempo per presentare la loro offerta fino al prossimo 2 luglio. Sarà una gara telematica, per cui tutta la procedura è stata organizzata utilizzando la piattaforma di "e-procurement" messa a disposizione dalla Regione Lombardia. Il criterio utilizzato per l'aggiudicazione sarà quello del prezzo più basso. Prima gli edifici interniNessun esplosivo. Si useranno grandi gru dotate di una pala meccanica con braccio a snodo da almeno 20 metri su cui è montato una pinza demolitrice. Inizieranno dai piani alti per ridurre pian piano in un cumulo di detriti ognuna delle sei palazzine. L'aspetto più problematico del cantiere è dato dalla vicinanza con altri edifici (di via Grassi e via De Besi) e con una strada molto frequentata. Per questo è stato deciso che l'intera area verrà recintata e che la demolizione inizierà dalle due palazzine più interne: la C e la B. Per evitare la polvere saranno utilizzate autobotti che bagneranno gli edifici durante l'abbattimento. Quando si arriverà agli edifici in più vicini alla strada non è escluso che via Anelli venga chiusa al traffico. 15 giorni a fabbricatoPer i lavori di abbattimento sarà utilizzato un solo macchinario. Il cronoprogramma prevede 15 giorni per ogni edificio: 3 giorni di allestimento, 10 giorni di demolizione e 2 giorni di smontaggio. In totale dunque servono 90 giorni, tre mesi di cantiere. Iniziando a settembre si arriverà a fine anno, tenendo conto anche dei giorni di pioggia. In contemporanea alla demolizione, ci sarà una divisione dei materiali in base alla tipologia e allo stoccaggio in appositi cassoni, per poi essere avviati allo smaltimento. Fortunatamente i campionamenti non hanno rilevato presenza di amianto nelle palazzine, se non per un rivestimento di ceramica ritrovato nella palazzina al civico 27. --