scarica l'app
MENU
Chiudi
16/06/2020

Via alle pratiche per i contributi a fondo perduto alle imprese

Corriere Adriatico

Sono previste due modalità La Cna: «Pronti gli uffici»
IL SOSTEGNO
ANCONA In attesa dei protocolli attuativi e degli ultimi dettagli procedurali, che consentiranno di beneficiare di tutti i provvedimenti di ristoro compensativo previsti dai vari livelli istituzionali per il Covid, la Cna esprime soddisfazione nel merito, ma esorta Governo e Regione a fare presto. «I nostri uffici sono pronti da tempo - si legge in un comunicato - e con ogni probabilità già dalla prossima settimana con decreti e procedure alla mano si potranno istruire le pratiche per accedere ai due contributi a fondo perduto ai quali possono accedere molte imprese locali, ovvero quello del decreto Rilancio, con calcolo della contrazione del fatturato sul dato tendenziale annuo di aprile, e quello forfait regionale che interessa i settori particolarmente danneggiati dalla pandemia con contributi da 1.000 a 3.000 euro. I due contributi sono cumulabili, ma richiedono due canali diversi di attivazione e quindi debbono essere valutati e supportati dagli uffici Cna».
Detto ciò la Cna, pur ribattezzando il decreto del Governo come ristoro e non rilancio, giudica «positive le misure dichiarate e oggetto di dibattito parlamentare perché recepiscono molte delle nostre richieste: credito senza vincoli, sviluppo infrastrutture, costo del lavoro, bonus 1.000 euro pubblica amministrazione, made in Italy e export, pressione burocratica, sospensione pagamenti, sicurezza, codice appalti, integrazione salariale, turismo e commercio».
© RIPRODUZIONE RISERVATA