MENU
Chiudi
09/10/2018

Via alla nuova Mercantini Green e a prova di scosse

Corriere Adriatico

IL CANTIERE
ANCONA Doveva essere pronta già per l'anno scolastico iniziato a metà settembre, ma l'appalto per la nuova Mercantini s'era smarrito in un dedalo di certificati mancanti e ora ci vorrà altro tempo. Bisognerà aspettare l'inizio della prossima primavera per veder completata a Palombina Nuova la nuova struttura realizzata con criteri antisismici e in legno, con piattaforme e telaio, che sorgerà al posto della vecchia scuola, costruita 64 anni fa e resa inagibile dalle scosse di terremoto dell'ottobre 2016. Siamo in ritardo sul ruolino di marcia indicato dall'amministrazione, ma intanto ieri si è finalmente concluso - con la pubblicazione dell'avviso di appalto aggiudicato alla ditta Subissati di Ostra Vetere in associazione temporanea con la Cat Impianti - l'iter per procedere alla realizzazione di un edificio che svilupperà su due piani, per un totale di 1334 metri.
Soluzioni green
Al piano terra, su 671 mq, troverà spazio la scuola dell'infanzia Sirenetta, con refettorio e spazi comuni. Al primo piano verrà sistemata la primaria Mercantini con spazi comuni di collegamento per un totale di 663mq. Le soluzioni costruttive saranno analoghe a quelle già utilizzate per la nuove scuole Socciarelli e oltre a garantire sicurezza antisismica saranno a basso impatto ambientale. Per il risparmio energetico verranno realizzati impianti con pompa di calore, di tipo elettrico, per la climatizzazione estiva e invernale, che sarà alimentata da pannelli fotovoltaici installati sul tetto con una potenza massima di 15 kw. Anche l'impianto di illuminazione, con luci a led, garantirà consumi energetici più contenuti. L'appalto è stato aggiudicato per 1.651.597 euro all'Ati Subissati-Cat, che aveva offerto un ribasso del 4,10% e uno sconto di 66 giorni del termine previsto per l'esecuzione dei lavori, che dovrebbero durare 130 giorni. A marzo la scuola dovrebbe essere completata, con circa sei mesi di ritardo sui tempi previsti.
Eppure la giunta comunale s'era mossa per tempo, iniziando già nel gennaio scorso i lavori di demolizione del vecchio edificio con un investimento di 180 mila euro. «La scelta di costruire una struttura nuova è stata fatta insieme a genitori, insegnanti, dirigente scolastica e consiglio d'istituto», spiegava il sindaco Valeria Mancinelli il 29 gennaio scorso, assicurando che la nuova Mercantini sarebbe stata inaugurata «con il prossimo anno scolastico».
Certificati in ritardo
La demolizione del vecchio edificio era stata completata nell'aprile scorso, ma poi l'appalto per la nuova scuola era stato rallentato - al pari di altri, che riguardavano soprattutto manutenzioni stradali - dai tempi lunghissimi necessari per il perfezionamento delle pratiche. Mancavano alcuni certificati per l'aggiudicazione definitiva e si sono persi mesi. «Il Comune ha fatto tutto ciò che doveva fare - spiegava in pieno luglio l'assessore ai Lavori Pubblici Paolo Manarini ma stiamo aspettando gli ultimi documenti da alcuni enti come prevede la legge, riferiti al casellario giudiziale, posizioni Inps e Inail, cassa edile (Durc) ed altri. Appena avremo acquisito la documentazione e verificato il possesso dei requisiti, consegneremo subito i lavori alle ditte». Adesso c'è anche l'ultimo via libera, il cantiere può partire.
Lorenzo Sconocchini
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore