scarica l'app
MENU
Chiudi
28/11/2018

Via ai lavori al semaforo di Agnano: «Polemiche? Rispondiamo con i fatti»

Il Tirreno

lavori pubblici
SAN GIULIANO TERME. Partiti i lavori per la costruzione del semaforo all'intersezione tra via XXV Aprile e via delle Sorgenti, ad Agnano. «Un percorso complesso - spiegano dall'amministrazione di San Giuliano - che si conclude con un risultato concreto: un risultato che qualcuno pensa di aver raggiunto in tre giorni grazie a una polemica». La nota di Palazzo Niccolini fa riferimento a una presa di posizione, risalente alle scorse settimane, della deputata cascinese della Lega Donatella Legnaioli, che aveva protestato per la situazione della viabilità subito dopo un incidente per fortuna senza gravi conseguenze.La storia del semaforo inizia nel marzo del 2017, con un'assemblea pubblica nella frazione dove fu affrontata la questione sicurezza. «In quell'occasione - spiega il Comune - prendemmo l'impegno di inserire il progetto del semaforo in questione nel piano triennale degli investimenti. Nelle settimane successive ci siamo subito attivati con il Comune di Pisa per ottenere un loro impianto dismesso ed estrapolarne la centralina. Un'operazione, quest'ultima, che ha permesso all'amministrazione un notevole risparmio». «Nell'ottobre del 2017 venne quindi approvato il piano triennale degli investimenti, prevedendo - specifica ancora l'amministrazione guidata dal sindaco Sergio Di Maio - la realizzazione del semaforo nel 2018. L'iter per la progettazione dell'impianto semaforico partì già il mese successivo. A luglio di quest'anno abbiamo approvato il progetto, comprensivo di bonifica bellica, per un costo di 87.427,79 euro. La gara è stata indetta ad agosto: a ottobre, ad avvenuta aggiudicazione, sono partiti infine i controlli previsti dal vigente Codice degli appalti. Oggi, come detto, sono iniziati i lavori. Oltre un anno di intenso lavoro per ottenere un risultato importante: una risposta concreta alle richieste dei cittadini. Dispiace constatare che qualcuno - continua la nota - continui a soffiare sul fuoco della polemica utilizzando eventi drammatici come l'incidente della scorsa settimana, arrogandosi meriti che sono ben lontani dall'avere. La situazione è chiara: da una parte ci sono loro, con argomenti da propaganda sterile e con un livello di conoscenza del territorio e dell'amministrazione pari a zero. Dall'altra ci siamo noi, che con la nostra cultura di governo che da sempre ci distingue, otteniamo risultati concreti a beneficio di tutta la comunità». --