scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
30/03/2021

«Verifiche sulla coop sotto inchiesta» L’Asst sospende il bando su ambulanze

Eco di Bergamo

L'Asst Bergamo Est ha temporaneamente sospeso il bando per il servizio di trasporto sanitario negli ospedali di sua competenza. Il nuovo appalto (che doveva iniziare il 1° aprile) è stato vinto dalla cooperativa sociale First Aid One Italia, finita nel ciclone dopo l'inchiesta di Pavia che ha portato all'arresto per turbata libertà d'incanti e frode nelle pubbliche forniture del dg dell'Asst pavese e di Francesco e Antonio Calderone, ritenuti dal pm amministratori di fatto della First Aid. Appreso dell'indagine, l'Asst di Seriate ha deciso di aprire un procedimento di verifica (avviato ieri), chiedendo alla coop «ogni informazione/documentazione utile per la garanzia dei livelli qualitativi dei servizi di trasporto sanitario (...) alla luce delle criticità evidenziate nell'ordinanza (del gip pavese, ndr), con particolare, ma non esclusivo, riferimento alla sedi di cui all'offerta tecnica, al personale che sarà impiegato, ai mezzi offerti e alle procedure della loro pulizia e sanificazione». Altri accertamenti saranno compiuti sui vertici della coop, che al pm pavese - si legge nella delibera - risulta «amministrata da altri tre soggetti gravati da precedenti penali di rilevante allarme sociale (in particolare uno per delitti connotati dal metodo mafioso)». L'avvocato Crescenzio Santuori per conto di First Aid ha scritto all'Asst che le vicende giudiziarie pavesi «non riguardano l'attuale legale rappresentante della società» e che «la First Aid ha già messo in atto, nell'immediatezza dell'evento, idonee azioni a tutela della propria organizzazione e professionalità». Nella coop è in atto un «self cleaning» che ha portato all'azzeramento del Cda. L'appalto in essere è stato prorogato al 30 giugno. Sul bando dell'Asst di Seriate c'è un esposto.