scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
09/07/2021

«Velocizzare i tempi tra progetti approvati e la loro esecuzione»

Eco di Bergamo

Con precisione certosina annota e classifica. In una decina di fogli, l'assessore Marco Brembilla elenca e aggiorna lo stato di realizzazione dei lavori. Restauri, illuminazioni, manutenzioni ordinarie e straordinarie, in pratica un diario personale dell'avanzamento dei Pop, i piani delle opere pubbliche. Dal 2018 al 2020, la spesa in conto capitale per Palafrizzoni è passata da 25.978 milioni a 39. 374 milioni (risorse proprie del Comune cui si aggiungono quelle di terzi: cresciute da 22.722 milioni a 28.378). In una scheda sono raccolti i lavori eseguiti dal 2014 al 2019 (con la postilla «i più significativi»), e poi c'è l'aggiornamento legato al 2019-2024. Tra i cantieri già partiti e quelli che partiranno, come il porticato dell'ex mercato ortofrutticolo da destinare a sala lettura della biblioteca Tiraboschi, progetto da 1,3 milioni di euro. «Siamo in attesa dell'ultimo ok dalla Sovrintendenza», aggiorna Brembilla. Oppure la vasca di laminazione di largo Barozzi (2 milioni di euro). Ma accanto alle opere più grandi, ci sono gli interventi più minuti e quotidiani, «quelli che però cambiano la vita nei quartieri», è convinto Brembilla che ammette di essere fissato con le manutenzioni. «Ad esempio per l'illuminazione, per la quale abbiamo recuperato ancora 400 mila euro. Abbiamo iniziato i lavori in una via laterale di Boccaleone, via Filarete Averolino, che era totalmente al buio, con un grande disagio per i residenti. Poseremo sei pali di illuminazione». L'assessore si è fatto sentire anche a Roma per modificare la legge vigente. «Non è possibile che oggi, tra l'approvazione di un progetto esecutivo in Giunta e l'inizio del cantiere passino minimo otto mesi. E non perché siamo lenti, ma perché sono i tempi di legge. I tempi per i controlli ci devono essere, ma possono essere più brevi. Ad esempio la finestra per lo stand still (il periodo in cui i concorrenti di una gara possono presentare ricorso), previsto dal nuovo codice degli appalti e che riguarda ad esempio anche il Parking Fara, potrebbe essere di 15 giorni anziché di 35».