scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
09/02/2021

Vanno in appalto i servizi assistenziali ed educativi per i disabili e i minori

Messaggero Veneto - Donatella Schettini

La durata è fissata in 4 anni rinnovabili per altrettanti mentre il valore ammonta a oltre 12 milioni di euro per il periodo complessivo san vito al tagliamento Vanno in appalto i servizi assistenziali ed educativi per i disabili e i minori La durata è fissata in 4 anni rinnovabili per altrettanti mentre il valore ammonta a oltre 12 milioni di euro per il periodo complessivo san vito al tagliamento
Donatella Schettinisan vito al tagliamentoSono otto i Comuni interessati dal bando per l'appalto di servizi di sostegno socio-assistenziale per i disabili e socio-educativo per i minori emesso dall'Unione territoriale intercomunale Tagliamento. Il bando di gara ha validità di quattro anni rinnovabili per altrettanti.Capofila è il Comune di San Vito al Tagliamento, ente gestore dei servizi sociali relativi anche a Casarsa della Delizia, Cordovado, Morsano al Tagliamento, San Giorgio della Richinvelda, San Martino al Tagliamento, Sesto al Reghena e Valvasone Arzene.Ad andare in appalto saranno i servizi di sostegno socio-assistenziale e socio-educativo territoriale e domiciliare per i disabili e i minori, che si qualifica come servizio essenziale che va garantito in ogni ambito territoriale. Il valore dell'appalto per quattro anni ammonta a 6 milioni 73 mila 764 euro che, se ci sarà il rinnovo, portano il totale a 12 milioni 269 mila euro.Oggetto delle attività sono «il sostegno alla famiglia nella sua complessità e peculiarità. Gli interventi pertanto in quest'area sono rivolti a favorire e a creare nel territorio le condizioni affinché tutti i minori trovino, nel rispetto della loro persona e delle capacità, le risposte adeguate ai loro bisogni di crescita, nonché a sostenere la funzione genitoriale in questo compito. Il servizio sociale intende promuovere il benessere dei minori offrendo servizi e interventi sempre più mirati e diversificati per aiutarli a interagire attivamente nel loro contesto di vita e a far vivere significative esperienze di relazione con i coetanei e con gli adulti».Attività con una valenza educativa che vede un coordinamento tra i servizi sociali, i servizi istituzionali e gli aggiudicatari per l'inclusione sociale e la crescita dei minori. L'erogazione dei servizi deve essere continua e senza interruzioni, mentre i lavoratori che saranno impegnati in queste attività dovranno rispettare un codice etico.Il bando è stato pubblicato nelle scorse settimane e il termine per la presentazione delle domande scade il 3 marzo. Il soggetto che si aggiudicherà l'appalto comincerà a gestirlo dal prossimo primo luglio. --© RIPRODUZIONE RISERVATA