scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
29/06/2021

Vandali distruggono i bagni della villa

La Gazzetta Del Mezzogiorno

L ' EPISODIO IL SINDACO SALVEMINI: «NON CI SONO SCUSANTI, NÉ BRAVATE. PROVEREMO A RINTRACCIARE I RESPONSABILI»
Poli Bortone: «L ' Amministrazione comunale ha mandato via il custode»
l Vandali sfrenati nei bagni della villa comunale, il sindaco usa parole severe nei confronti dei responsabili ma Adriana Poli Bortone gli attribuisce, indirettamente, la responsabilità dei fatti. «Con una violenza impressionante, uno o più deficienti hanno preso a calci i separé, danneggiato tubo e suppellettili - dice Carlo Salvemini - È mortificante constatare un tale livello di inciviltà, che costringe tutti a pagare il prezzo di comportamenti simili. Ripareremo i danni e riapriremo al più presto». Poi, un ' altra riflessione: «Il senso civico di una comunità si misura dalla cura che ciascuno impiega per lo spazio pubblico, che deve essere percepito come un ' estensione della nostra casa - dice il primo cittadino - Non ci sono scusanti, non esistono bravate. Proveremo a rintracciare i responsabili. Resta l ' amarez za di constatare quanto disprezzo per la res publica si esprime attraverso questi comportamenti». «Ma come? C ' è da meravigliarsi? - chiede il consigliere di Fiamma tricolore - Salvemini ha mandato via un custode che da anni manuteneva la villa. Bagni compresi. E che ovviamente controllava e presidiava la villa per tutta la giornata offrendo un presidio di sicurezza. L ' Amministrazione ha fatto un bando che, a suo stesso dire, non è un bando ma una manifestazione di interesse, dove sono state messe cifre, introiti notevoli per l ' Amministrazione e poco so stenibili da parte di un solo soggetto. Sta di fatto che la procedura di questo pseudo bando non è terminata - dice Poli Bortone - e nella villa non c ' è alcuna sicurezza per cose e persone. La responsabilità di tutto ciò non può che essere del sindaco quale capo dell ' Amministrazione».

Foto: VANDALI I bagni danneggiati