MENU
Chiudi
25/07/2018

Vacanze sulle rive del lago d’Idro: il camping è un buco nell’acqua

Brescia Oggi

ANFO. Il frutto del baratto con la Regione che voleva il «sì» alle opere di svaso dell'Eridio è al palo
Realizzato dalla vecchia giunta ha pochissimi aspiranti gestori e ormai è troppo tardi per l'affido: la stagione sta volgendo al termine
Voluto dalla giunta precedente è per ora un'area piena di erbacce. Il bando per l'affidamento scadeva il 14 giugno, già un po' troppo avanti per immaginare una gestione estiva, e comunque le buste delle offerte non sono ancora state aperte. Per di più sono poche, e tra i pretendenti, ironia della sorte, c'è anche quella cooperativa «Un Sole per tutti» che accogliendo una sessantina di richiedenti asilo nel residence Tre Casali ha causato una mezza sollevazione popolare. Tutto ciò basta per dire che l'operazione campeggio comunale di Anfo è un fallimento?Forse no, ma è certo che, vegetazione infestante a parte, nell'area del camping municipale «Palafitte» è tutto fermo, e che addirittura gli attuali amministratori stanno valutando la possibilità di annullare l'asta, che ha come stazione appaltante la Comunità montana. Anche perchè essendo ormai arrivata la fine di luglio, per gli eventuali gestori sarebbe una perdita pagare l'affitto di una struttura ricettiva con la stagione turistica che volge al termine. La vecchia giunta di Gianpietro Mabellini era certa che l'investimento avrebbe dato frutti, al punto che per restaurare il campeggio, con un milione e 600 mila euro, aveva barattato i soldi con la firma dell'accordo di programma con la Regione che chiedeva il via libera alle nuove opere di svaso del lago. I SOLDI così sono arrivati, ma almeno per il momento non sembrano fare la felicità di Anfo. La riduzione dell'Eridio a una diga è stata barattata con un campeggio che quasi nessuno vuole. Forse non è stata una scelta lungimirante, e comunque la patata bollente è nelle mani dell'attuale sindaco Umberto Bondoni che, ultimato il campeggio, è per forza di cose passato alla gara d'appalto. L'importo a base di gara è un canone di concessione calcolato in 35 mila euro all'anno e la durata della concessione è di 12 anni. Spetterebbe poi agli affittuari realizzare, come previsto dal contratto, un bar e un minimarket interni al camping per un importo di circa 100 mila euro.«Oltre al fatto che la gara è stata poco partecipata - spiega Bondoni - a questo punto non ci pare corretto far sborsare il canone per il 2018 a stagione ormai finita. Stiamo dunque valutando la possibilità di annullare l'asta». Aperto negli anni '60, il campeggio Palafitte aveva chiuso nel 2006. Era gestito da un privato ma l'area, circa 20 mila metri quadrati, è sempre stata del Comune, che ha deciso di rilanciarla. Per ora senza riuscirci.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore