scarica l'app
MENU
Chiudi
02/06/2020

«Va rivisto il bando sugli eventi territoriali»

La Gazzetta Del Mezzogiorno

RILANCIO DEL TURISMO DOPO L'EMERGENZA SANITARIA SERVE UN CONFRONTO «Il Comune convochi un incontro con le associazioni per rimodulare gli appuntamenti per il turismo di prossimità», dice Cotugno
La Pro Loco chiede di modificare termini e criteri di accesso
CARMELA COSENTINO l Rilancio del turismo e proroga dei termini del Bando eventi 2019-2020 emanato dall'Amministrazione comunale per rivederne termini e scadenze, dal momento che il lockdown lo ha reso inattuale. La Pro Loco Matera "Tra cultura storia e tradizioni" chiede un piano di azione strategico per dare una boccata d'ossigeno a un comparto fortemente penalizzato dalla pandemia del Covid 19, che necessita di misure straordinarie per il suo rilancio. Il punto di partenza, ha spiegato ieri mattina Giuseppe Cotugno nel corso della conferenza stampa convocata nel piazzale dell'Amministrazione provinciale, in via Ridola, è la proroga dei termini previsti dal bando comunale la cui scadenza è fissata l'8 giugno e la modifica di alcuni criteri selettivi che, secondo il vice presidente della Pro Loco, «scoraggerebbero molte associazioni culturali dal partecipare alla selezione. Per chiarire difficoltà e limiti chiediamo all'assessorato al turismo di convocare un incontro con le associazioni per rivedere i criteri e i requisiti del bando che, nella sua anacronistica impostazione, risulta essere un ostacolo verso quelle iniziative che dovrebbero essere maggiormente sostenute dall'Amministrazione comunale in questo particolare momento. Rivendendo i criteri - aggiunge - le associazioni potranno programmare e offrire un calendario di appuntamenti a sostegno di quel turismo di prossimità incentivato anche dal bonus previsto dal Governo. Le idee ci sono, adesso vogliamo discuterne». La Pro Loco Matera da alcuni anni è molto attiva sul territorio materano e il bilancio di un anno e quattro mesi di attività illustrato dal presidente Claudio Rospi ne è la dimostrazione. A ottobre si sono svolte le passeggiate culturali con i soci delle associazioni Pro Loco presenti su tutto il territorio nazionale che hanno voluto visitare Sassi e conoscere le vicende storiche, sociali, culturali. A Natale si è svolta l'iniziativa Nati per leggere con Babbo natale, riservato alle famiglie e impreziosito dall'allestimento della casetta di Babbo Natale in piazza Tre Torri, sul sagrato della chiesa di Sant'Agnese ed in piazza Monte Grappa al borgo la Martella. Proposto anche il progetto "Architetture in positivo" nato nel 2018, articolato in un percorso di visita guidata nella Casa Grotta del Casalnuovo accessibile alle persone con disabilità. Tra i progetti più importanti realizzati nel 2019, figura la Cucù parade, il Concorso di idee finanziato dalla Regione e finalizzato alla realizzazione di sette cucù posizionati in alcune zone della città ed in provincia a Montalbano Jonico e Policoro, per promuovere nuove forme d'arte e di diffusione della cultura e delle tradizioni locali. «Progetto bloccato a causa dell'emergenza sanitaria, che sarà completato nelle prossime settimane», ha detto Rospi. Oltre alle attività svolte, il presidente ha annunciato i prossimi appuntamenti che si svolgeranno fino al 31 dicembre 2021, tra queste il lancio della seconda edizione della Cucù Parade, la prosecuzione delle passeggiate culturali, la Mostra di fotografica e di immagini amatoriali "Ma tera inedita", "Architetture in positivo" questa volta nel Parco dei calanchi di Montalbano, il progetto il tessuto delle Stagioni: moda e teatro per promuovere il territorio, I miti tra le stelle" (Il Mito si racconta) ed ancora "Giochi di strada, Giochi di una volta" rievocazione interattiva in piazze ed aree pubbliche di Matera e di alcuni comuni della provincia dei giochi di strada di una volta, "Storia e Storie della Nostra memoria collettiva.

Foto: LE IDEE IN CAMPO Claudio Rospi e Giuseppe Cotugno presidente e vice presidente della Pro Loco Matera "Tra cultura storia e tradizioni" davanti alla Provincia In alto, uno dei 7 cucù realizzati nell'ambito di un progetto urbano [foto Genovese]