scarica l'app
MENU
Chiudi
20/01/2019

«Un’opportunità importante per le imprese locali»

Il Gazzettino

MESTRE «Affidamento diretto
per lavori fino a 150mila euro negli appalti pubblici, un'opportunità per le Pmi e una garanzia di rapidità». Artigiani della Cna soddisfatti per la novità inserita nell'ultima Legge di Bilancio che ha introdotto la possibilità, per le stazioni appaltanti delle opere pubbliche, di procedere all'assegnazione di lavori di importo fino a 150mila euro mediante affidamento diretto.
«Le nuove disposizioni, sebbene circoscritte al 2019, e in attesa di una più generale revisione del Codice degli appalti - commenta il presidente metropolitano del comparto costruzioni di Cna, Mauro Geretto - potranno senz'altro rappresentare una importante opportunità per le piccole imprese locali».
«Il fatto poi che la normativa ora consenta di operare mediante procedura negoziata previa consultazione di tre operatori economici - aggiunge il segretario di Cna Edili Loris Pancino - consentirà di superare molte barriere e difficoltà che fino ad oggi hanno pesato tanto sulle imprese che sulle stazioni appaltanti. Sarà comunque necessario che le stazioni appaltanti si dotino di un quadro regolamentare adeguato, al fine di garantire il rispetto dei principi di concorrenza e trasparenza, ma una intelligente adozione delle nuove regole consentirà di superare le attuali, discutibili modalità, come il sorteggio, e al contempo di garantire una rapida esecuzione dei lavori».