scarica l'app
MENU
Chiudi
14/01/2020

Università, dipendenti esterni senza stipendio da mesi

Il Messaggero

IL CASO
Un incontro con il rettore, Maurizio Oliviero. È quanto chiederanno domani, lunedì 13 gennaio, i dipendenti della società Manital Idea spa che si presenteranno al Rettorato. La Manital Idea spa è la società che eroga il servizio di pulizie al polo di Medicina dell'università e gli 8 dipendenti ancora in forze (cui si aggiungono due ex lavoratrici che hanno cessato il rapporto a dicembre) non percepiscono la retribuzione da agosto.
Questa vicenda, rende noto un comunicato dei dipendenti stessi, si inserisce nella lunga e travagliata storia dell'appalto di Global Service della facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli studi di Perugia (che successivamente alla costruzione del polo universitario comprendeva l'erogazione del servizio di riscaldamento, la manutenzione ordinaria e, appunto il servizio di pulizie), attualmente affidato alla società Olicar Gestione srl. «La Manital, allo scopo di ridurre la mole dei propri debiti e scongiurare così la dichiarazione di fallimento, ha chiesto agli enti ai quali eroga i propri servizi, in appalto e/o in subappalto, di pagare direttamente gli stipendi dei propri dipendenti, come previsto, peraltro, anche dal codice degli appalti».
E qui entra in ballo l'università perugina. «L'Università di Perugia, al corrente della situazione fin dal mese di agosto, ha sì sollecitato l'appaltatrice e la subappaltatrice al rispetto del contratto ed al versamento di quanto dovuto ai lavoratori, ha bloccato il pagamento delle fatture per il servizio di pulizia, ma rifiuta di pagare direttamente i dipendenti».