scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
04/03/2021

UniBg, campus in via Statuto In aprile bando per il progetto

Eco di Bergamo - camilla bianchi

L'intervento Il polo giuridico nell'Accademia della Gdf riprende quota Il rettore: entro la fine del 2021 vorremmo poter occupare aule e uffici
Polo giuridico in via Statuto, avanti tutta. Dopo lo stallo determinato dalla pandemia e dalla doppia operazione di riqualificazione delle ex caserme Montelungo e Colleoni, l'Università di Bergamo, su mandato del Cda riunitosi ieri, rinnova l'intenzione di realizzare un nuovo campus in quella che dal prossimo settembre sarà l'ex sede dell'Accademia della Guardia di Finanza. In aprile l'ateneo pubblicherà un bando per una partnership pubblico-privata per la progettazione, ristrutturazione e gestione del complesso di via Statuto. La proprietà dell'immobile, il fondo Investire Sgr, si è detta disposta a riprendere il dialogo con UniBg avviato quasi due anni fa.

I primi contatti risalgono al luglio 2019, quando Sgr aveva risposto alla richiesta di manifestazione d'interesse dell'ateneo per l'acquisizione di nuovi spazi vista la crescita costante degli iscritti. La sede dell'Accademia della Gdf si libererà alla fine di quest'anno, quando gli allievi ufficiali si trasferiranno in largo Barozzi, dove sta per essere completato il comparto delle fiamme gialle, lì dove sorgevano gli Ospedali Riuniti. Negli spazi di via Statuto, per i quali l'ateneo verserà un canone annuale di locazione, sono previste aule, uffici, alloggi e impianti sportivi (il Cus cittadino che inizialmente era previsto alla Montelungo). «Contiamo di trasferire l'intero dipartimento di Giurisprudenza - spiega il rettore Remo Morzenti Pellegrini - con la biblioteca giuridica che ora si trova in via dei Caniana, gli uffici dei docenti e del personale tecnico-amministrativo, le aule e parte degli uffici amministrativi centrali. In via Statuto realizzeremo anche 250 residenze per tutto l'ateneo, oltre al Cus. Con il bando contiamo di trovare chi ci affianchi non solo nella progettazione e ristrutturazione del complesso, ma anche nella gestione dei servizi annessi».

L'operazione immobiliare di via Statuto è strettamente collegata a un altro intervento, quello in via Fratelli Calvi, dove, negli spazi acquisiti dalla Provincia, saranno trasferiti segreteria e uffici aperti al pubblico attualmente in via dei Caniana. Per via Calvi è da poco scaduto il bando per la progettazione definitiva ed esecutiva e la direzione dei lavori. «Entro la tarda primavera appalteremo i lavori - dice il rettore Morzenti Pellegrini -, così che nel giro di due anni in via dei Caniana resti solo il campus di Economia, con una maggiore disponibilità di spazi per la didattica, la ricerca e il personale». Tempi relativamente brevi anche per il polo di via Statuto, se tutto andrà come previsto. «Entro la fine del 2021 vorremmo occupare le aule, trasferire l'amministrazione e attivare gli impianti sportivi. Più complessa invece la questione residenze, che necessariamente prevede lavori più lunghi». Residenze che, con un trend di neo iscritti (7.000) ancora in crescita nonostante la pandemia, diventano sempre più indispensabili.