scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
08/05/2021

Una società di Gallarate gestirà il rilancio del Lido

La Stampa - VALENTINA SARMENGHI

Arona, la concessione assegnata per un anno alla 3 Cubi IL CASO
ARONA Scelto il nuovo gestore del Lido di Arona. Si tratta di una società di Gallarate, la 3 Cubi, alla quale la spiaggia di corso Europa sarà affidata probabilmente la prossima settimana, appena sarà espletato il necessario iter burocratico. Le buste con le proposte delle aziende e delle associazioni che hanno partecipato al bando sono state aperte martedì: la 3 Cubi si è aggiudicata la gestione perché era l'unica che possedeva i requisiti necessari. Il bando era stato pubblicato a marzo per trovare un nuovo soggetto che si occupasse del Lido dopo il lungo percorso che aveva intrapreso il Comune per interrompere il contratto con il gestore precedente, la BeachSide Srl. La società, che avrebbe dovuto detenere la concessione fino al 2025, si è resa responsabile di diverse mancanze. Lo scorso anno era stato chiesto di mettere in sicurezza il tratto di scogliera e tutta l'area, ma l'ex gestore non ha provveduto a realizzare questi interventi e il Lido è rimasto chiuso. La BeachSide inoltre non aveva pagato i canoni per l'occupazione e quasi 26.000 euro di sanzioni amministrative emesse dal Comune. Aveva poi installato delle strutture temporanee che avrebbe dovuto rimuovere una volta conclusa la stagione estiva, cosa che non è mai avvenuta. Da qui la decisione del Comune di interrompere la concessione e di ritornare in possesso dell'area che copre circa 18.000 metri quadri. Su questi, come indica il bando per la ricerca del nuovo gestore, sono ammessi usi esclusivi per non più di 5000 metri quadri. Nell'area oltre alla parte a prato e alla spiaggia sono presenti una piattaforma in cls rimasta dopo la demolizione di un fabbricato e una struttura dove sono presenti servizi igienici e docce. Il gestore ha diritto ai guadagni derivanti dall'attività di bar e ristoro, dai servizi offerti nelle aree a uso esclusivo (come ad esempio il noleggio di lettini, ombrelloni e cabine), oltre al contributo concessorio a carico del Comune per un importo di 20.000 euro all'anno. Il gestore dovrà occuparsi della manutenzione e della pulizia delle aree verdi e dell'assistenza ai bagnanti. La concessione avrà durata di un anno (con l'apertura fino a settembre) eventualmente rinnovabile per un'altra stagione. «Abbiamo deciso di procedere con un bando snello, senza eccessive richieste per il gestore in modo da rendere possibile la riapertura del Lido quanto prima», ha spiegato il sindaco Federico Monti . - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Il Lido di Arona copre un'area di circa 18.000 metri quadri