MENU
Chiudi
21/10/2018

Una passerella sul torrente Quisa collegherà Ponte San Pietro a Curno

Eco di Bergamo - remo traina

Il progetto Passaggio ciclopedonale per arrivare all'Isolotto sul Brembo. I 270 mila euro necessari saranno ripartiti tra i due Comuni e il Bim. La gara d'appalto la prossima estate
Ponte San Pietro e Curno alleati per la mobilità ciclopedonale e la valorizzazione delle aree verdi lungo il Brembo: l'obiettivo è la realizzazione di una passerella ciclopedonale sul torrente Quisa, alla confluenza con il fiume Brembo presso l'Isolotto, collegando così le sponde dei due paesi. Il progetto definitivo, in corso di redazione da parte degli architetti Massimo Bernardelli e Angela Ceresoli, sarà sottoposto alla valutazione delle rispettive Commissioni del paesaggio e dell'Ufficio territoriale regionale: considerate le varie procedure burocratiche, la gara d'appalto per l'assegnazione dei lavori si dovrebbe svolgere nell'estate del 2019. Il costo di 270.000 euro sarà ripartito tra entrambi i Comuni (120.000 euro a testa) e il Bacino Imbrifero montano (Bim) che ha già deliberato un contributo per la parte rimanente.

Soddisfatti i due primi cittadini. Per il sindaco di Ponte San Pietro Marzio Zirafa la passerella sul Quisa «rappresenta uno degli interventi più significativi per la ciclovia del basso Brembo, risolvendo la discontinuità del nodo urbano tra Ponte e Curno e permettendo di poter iniziare a pensare a un collegamento ciclopedonale maggiormente continuo lungo l'intera asta del fiume Brembo. Sarà inoltre il primo passo per rendere più attrattivo e fruibile l'Isolotto, un'area protetta per l'habitat peculiare che la connota sotto il profilo naturalistico». Sottolinea il sindaco di Curno Luisa Gamba: «La passerella sul torrente Quisa è un progetto che abbiamo condiviso con Ponte e che verrà realizzato. Ci sono ancora alcuni passaggi burocratici che si stanno risolvendo per poi arrivare al progetto esecutivo e quindi all'appalto dell'opera che potrebbe essere pronta nell'autunno del prossimo anno. La passerella è una struttura che favorirà i collegamenti fra due paesi e quindi un passaggio veloce sia per i pedoni che per i ciclisti per arrivare alla grande area naturale all'Isolotto».

La soluzione presentata prevede un ponte a travi reticolari, mentre le scarpate esistenti saranno protette e rafforzate da scogliere di massi ciclopici. La lunghezza della passerella sarà di circa 25 metri; l'andamento sinuoso delle lamelle metalliche richiama nell'idea progettuale le onde del fiume. Ogni elemento del ponte, ad eccezione del piano di calpestio, verrà realizzato in acciaio «corten», rendendolo simile alla passerella già esistente sul fiume Brembo nei pressi della cooperativa Legler. Questo materiale si connota per l'ottima resistenza alla corrosione degli agenti atmosferici, grazie a una patina protettiva posta sulla superficie che permette di arrestare nel tempo l'ossidazione naturale. La tonalità cromatica rosso-marrone risulta intensa e cangiante a seconda della luce che la colpisce; la finitura opaca e grezza è pensata per gli spazi aperti e immersi nella natura. Questa infrastruttura, totalmente inserita nell'ambiente naturale del Brembo, offrirà begli scorci del paesaggio circostante; nel progetto, oltre alla passerella, sono anche previsti lavori di raccordo per garantire la continuità degli itinerari nei punti di approdo.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore