scarica l'app
MENU
Chiudi
15/02/2020

Una multa ogni quattro viaggia ora su Internet

L'Arena di Verona

Una contravvenzione su quattro, a Legnago, viaggia su internet. È infatti entrata a pieno regime la modalità di invio per via telematica dei verbali adottata dal distretto di polizia locale «Basso Adige» a partire da marzo 2019. Tanto che nell'ultimo anno sono state 4.415 le notifiche di sanzioni, su un totale di 17.667 multe staccate in città e nei Comuni associati di Castagnaro e Terrazzo, effettuate non con i canali tradizionali bensì attraverso la rete. Tale sistema ha riguardato soprattutto quelle categorie di conducenti che, per legge, devono essere dotate di Posta elettronica certificata (Pec), come aziende, professionisti ed artigiani. «Le notifiche attraverso internet», sottolinea Luigi De Ciuceis, comandante della polizia locale, «hanno comportato indubbi benefici in termini di abbattimento delle spese postali.Inoltre è pienamente attivo pure lo sportello multe-online, che consente a chi ha ricevuto una contravvenzione di seguire direttamente dal computer di casa lo stato di avanzamento della sanzione che lo riguarda». L'affidamento a due distinte società esterne, rispettivamente della spedizione postale dei verbali e della riscossione delle multe, ha comportato vantaggi in termini di riduzione del carico di lavoro per gli agenti del distretto «Basso Adige». «L'appalto per la postalizzazione delle sanzioni, avviato a dicembre 2018», annota De Ciuceis, «ha comportato la presenza di un operatore esterno della ditta responsabile del servizio di invio delle sanzioni per 20 ore la settimana, con parziale sgravio per il nostro personale». La riscossione coattiva, gestita da una seconda azienda, ha avuto invece come conseguenza la presenza al comando, sempre per 20 ore la settimana, di un'impiegata esterna.