scarica l'app
MENU
Chiudi
06/08/2020

Una città da ripulire

La Prealpina

Proteste dal centro alla periferia. Il Comune corre ai ripari
Terminata quarantena e lockdown, in città sono tornati i problemi di sempre, riguardo in particolare all ' igiene urbana e alle situazioni di degrado a più riprese segnalate dalla cittadinanza. Le lamentele più frequenti, che spesso arrivano anche tramite i social, riguardano i cestini delle cartacce, che non verrebbero mai svuotati puntualmente, ma anche scritte sui muri e rifiuti gettati in strada. Insomma, il solito campionario di maleducazione, ma c ' è anche chi punta il dito contro la scarsa pulizia delle strade e sollecita quindi il Comune a interventi più puntuali. In modo da evitare certi brutti spettacoli che finiscono per essere sotto gli occhi di tutti e che non rappresentano un bel biglietto da visita per chi arriva in città per far compere o magari solo per passeggiare nella zona centrale. La richiesta dei saronnesi è dunque di un maggior impegno da parte della municipalità, dal centro ai rioni periferici. Di recente, nella zona del quartiere Prealpi, è comparsa persino una discarica abusiva di rifiuti: la polizia locale e gli ispettori ambientali avrebbero raccolto indizi utili per risalire all ' identità di chi ha pensato bene di smaltire così i propri scarti, che oltre al conto per l ' inter vento di pulizia necessaria dovrà pagare una salata multa. Proprio con l ' obiettivo di rendere più bella la città del Santuario, il Comune ha comunque predisposto in questi giorni una pulizia straordinaria dei muri del sottopassaggio di via Primo Maggio. «È un ' opera zione - spiega l ' assessore ai Lavori pubblici Dario Lonardoni - che s ' inserisce nell ' ambito dei diversi interventi di riqualificazione e sistemazione che stanno riguardando in particolare la zona del ponte di via Primo Maggio, che rappresenta da sempre una delle principali vie d ' ingresso al centro». Tra gli altri interventi che sempre il Comune sta poi portando avanti c ' è il riassetto delle aiuole della zona di piazza De Gasperi, in collaborazione con i privati, al fine di tenere meglio pulite una parte del centro che si auspica possa essere sempre più vivace e frequentata. Per quel che riguarda infine la pulizia dei cestini dei rifiuti e delle caditoie a lato delle strade, l ' am ministrazione sta dando corso a quanto previsto nell ' appalto per l ' igiene urbana, facendo in modo che siano " geo-referenziati " , al fine di poter verificare quando vengono effettivamente svuotati e puliti. Da ricordare infine che il nuovo appalto (di recente assegnato al raggruppamento di imprese costituito da Amsa e Econord) prevede che la pulizia di tutte le aree pubbliche sia affidata direttamente alle aziende assegnatarie del servizio, mentre in precedenza questa era svolta da diverse cooperative, che alcune volte intervenivano in tempi diversi. Gianluigi Saibene © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Avanzi di bivacco in via Tommaseo. A lato la discarica comparsa al rione Prealpi (Blitz)