scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
22/04/2021

Un tratto di spiaggia per le associazioni Il bando è in arrivo

Il Tirreno - Giovanna Mezzana

Diventano tre le porzioni di arenile concesse dal Comune Niente ombrelloni, ecco cosa sarà richiesto agli assegnatari verso l'estate
Giovanna Mezzanagrosseto. Fatevi avanti, associazioni del Terzo Settore, se avete nel cassetto progetti ludici e ricreativi da realizzare all'aperto: del resto, comunque vada la curva dei contagi da coronavirus, sarà un'estate scandita dal rispetto delle norme per il distanziamento sociale e sotto il cielo (anziché al chiuso) qualunque iniziativa è più semplice da organizzare. Fatevi avanti perché il Comune incrementa i tratti di spiaggia da dare in concessione a associazioni e enti senza scopo di lucro che possono realizzare su di essi iniziative ludiche e ricreative aperte a tutti. I tratti di spiaggia, dunque, passano da due a tre. la deliberaCon una delibera della giunta - la n. 113 del 14 aprile - il Comune ha dato mandato al settore patrimonio di individuare una porzione di 500 metri quadrati lungo l'arenile di Marina di Grosseto destinato a spiaggia libera: una volta identificato, l'ufficio demanio marittimo darà l'area in concessione al settore turistico; quindi verrà predisposto un bando per l'assegnazione e chi è interessato potrà farsi avanti. Non solo: anche se l'atto formale ancora non c'è, l'Amministrazione comunale sa già quale sarà il tratto di spiaggia da assegnare: è quello che si trova accanto al bagno Moby Dick di Marina. i requisiti Il bando sarà pronto tra qualche settimana e verrà pubblicato sul sito web del municipio, ma intanto alcuni dettagli sono già noti perché si ricalcherà il percorso che l'Amministrazione comunale ha intrapreso da qualche stagione estiva per l'assegnazione della porzione di spiaggia libera accanto al bagno Tre Stelle e accanto alla Bussola. Potranno candidarsi tutte le associazioni senza scopo di lucro che sulla porzione di spiaggia potranno allestire, per esempio, un campo da beach volley, un campo da calcio o da bocce, un mini parco giochi per bambini... Il servizio che si offre dovrà essere gratuito e fruibile da tutti. La porzione di spiaggia concessa si limiterà alla parte alta dell'arenile, cioè non avrà sbocco né si estenderà sulla battigia che resta libera per i bagnanti. Non è previsto che sull'area concessa si possano piantare ombrelloni. L'associazione assegnataria dovrà occuparsi di allestire la porzione di spiaggia e di tenerla pulita; potrà piantare cartelli per comunicare al pubblico chi è l'assegnatario di quell'area; a fine stagione dovrà rimuovere tutto l'allestimento. L'onere del pagamento del canone al Demanio e alla Regione Toscana ricadrà invece sull'Amministrazione comunale e ammonta a circa mille/1. 500 euro all'anno per ciascuna delle tre aree concesse. La porzione di 500 metri quadri che il settore patrimonio individuerà verrà data in concessione presumibilmente fino al 2026. tutte le areePer ogni stagione estiva verrà però aperto un bando, così come viene predisposto per le altre due aree che verranno date in concessione fino al 2024. Per chi è interessato a farsi avanti, non resta dunque che attendere qualche settimana. Ricordiamo inoltre che può partecipare solo ed esclusivamente chi appartiene al Terzo Settore e il progetto che si intende realizzare sulla porzione di spiaggia non dovrà avere alcuna valenza economica ma solo ricreativa-ludica. Banditi gli ombrelloni. -© RIPRODUZIONE RISERVATA