scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
07/10/2021

Un tetto sulla pista e più servizi Il maneggio promuove l’inclusività

Gazzetta di Modena - Elena Pelloni

Grazie ai fondi regionali la struttura comunale ospiterà progetti per minori e diversamente abili fiumalbo
Elena PelloniFiumalbo. Partiranno a breve i lavori di ampliamento del maneggio comunale, ora che i finanziamenti del bando regionale "Interventi territoriali lo sviluppo integrato" sono finalmente arrivati a Fiumalbo. La copertura del campo di lavoro e il potenziamento dei servizi di ippoterapia per disabili e minori: sono queste le due aree di intervento sulle quali si concentreranno i lavori presso il maneggio in località Villa. I due obiettivi che l'Amministrazione ha deciso di raggiungere con le nuove risorse che sono in arrivo dalla Regione. Il punto sulla situazione è quindi affidato ad Alessio Nizzi, che di Fiumalbo è il primo cittadino.«È da un anno che lavoriamo a questo progetto - commenta - Abbiamo preferito proporre per il bando un progetto di più ampio respiro rispetto a semplici lavori manutentivi. Qualcosa che parlasse del nostro territorio e che lo rendesse attrattivo anche a livello turistico. Un turismo, però, più inclusivo: attento ai più piccoli e anche ai ragazzi diversamente abili». Questo progetto si inserisce in un piano pluriennale, "Fiumalbo Green Summer", che il Comune di Fiumalbo sta portando avanti con l'intento di potenziare l'offerta turistica e di ricettività, oltre ai servizi in ambito sostenibile e verde. Grazie al bando regionale, promosso nel 2018, a Fiumalbo sono quindi stati recentemente assegnati fondi per 107 mila euro. Il totale delle spese ammonta a 186 mila: il Comune si farà quindi carico di circa 80 mila euro. «Abbiamo pensato di coprire il campo di lavoro del nostro maneggio comunale per renderlo fruibile e sfruttabile in tutte le stagioni dell'anno e in qualunque condizione atmosferica - spiega ancora il sindaco di Fiumalbo - Grazie a questo intervento vorremmo rendere più strutturati i servizi per i minori, oltre a quelli per disabili e potenziare l'ippoterapia». L'amministrazione comunale sta infatti portando avanti, assieme a una cooperativa locale, un progetto interamente dedicato allo sviluppo dell'ippoterapia. Un tipo di approccio terapeutico sempre più utilizzato non solo da persone con disabilità ma da diversi tipi di fragilità. Al momento, fa sapere il sindaco, diversi minori disabili frequentano assiduamente il centro come singoli utenti, nel quale sono perfettamente integrati grazie al lavoro di chi si occupa della sua gestione. Ma l'intento è quello di rendere questo tipo di servizio più strutturato, in modo da garantire una certa professionalità a chiunque vorrà affidarsi al maneggio di Fiumalbo, provenendo anche da realtà fuori comune.«Vorremmo dare vita a un centro sul modello di quelli più accreditati - illustra il sindaco Nizzi - Abbiamo vicino a noi una realtà come la "Dynamo Camp", sul versante toscano. Guardiamo con interesse a strutture come quelle, perché sappiamo che da loro possiamo attingere molta esperienza che ci aiuterà a strutturare il nostro progetto». Naturalmente, per arrivare a dama, l'amministrazione deve ancora completare tutta la fase progettuale e poi procedere con l'avvio del cantiere: «Il cronoprogramma dovrebbe consentire di fruire i nuovi spazi entro il prossimo autunno - specifica quindi il primo cittadino del paese dell'Appennino - Dal via lavori, dovremo concluderli entro 4 mesi per rendicontare il tutto alla Regione. Pensiamo quindi di riuscire a concludere entro la prossima stagione invernale». Il Comune sta aspettando una serie di autorizzazioni per poter ampliare l'area del maneggio, in modo da duplicare gli spazi a disposizione e aumentare anche il numero di cavalli presenti all'interno, attualmente 20. © RIPRODUZIONE RISERVATA