MENU
Chiudi
23/01/2019

Un sostegno alle famiglie sfrattate Emergenza abitativa, pronto il bando

QN - La Nazione

ESCE oggi (e scade il prossimo 7 febbraio) il nuovo bando rivolto a quei nuclei familiari che si trovano in situazioni di emergenza abitativa. Ne possono benificiare cittadini italiani o dell'Unione europea, oppure stranieri con regolare permesso di soggiorno biennale per motivi di lavoro (in questo caso va presentata anche la certificazione che attesta lo stato civile). Servono inoltre una residenza anagrafica nell'ambito territoriale regionale da almeno 5 anni; una situazione economica che non consenta l'accesso al mercato privato degli affitti (l'Isee non deve superare i 16.500 euro); l'assenza di titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su immobili; l'assenza di beni mobili superiori, nel complesso, a 25mila euro (salvo per motivi lavorativi); l'assenza di precedenti assegnazioni di alloggi realizzati con contributi pubblici; l'assenza di dichiarazioni di annullamento delle assegnazioni per morosità; e infine l'assenza di occupazione abusiva degli alloggi Erp. POSSONO accedere alla possibilità anche coloro che si trovino in situazione di grave disagio abitativo per calamità, perdita di alloggio per questioni di tutela della salute pubblica, sfratti esecutivi non determinati da inadempienza contrattuale (purché non si tratti di morosità incolpevole), grave disabilità o presenza nel nucleo familiare di un soggetto riconosciuto invalido al 100 per cento con necessità di assistenza continua, e/o portatore di handicap riconosciuto in situazione di gravità tale da rendere necessario un intervento assistenziale permanente. LE RICHIESTE, corredate da tutta la documentazione necessaria, vanno presentate all'ufficio protocollo del Comune, spedite tramite raccomandata oppure alla Pec comune.viareggio@postacert.toscana.it. La modulistica si può trovare all'Urp oppure sul sito del Comune. «ABBIAMO assegnato gli alloggi a canone agevolato e adesso apriamo sull'emergenza abitativa - commenta l'assessore al Welfare, Gabriele Tomei -; questo bando è un'opportunità per tutti quelli che hanno avuto uno sfratto esecutivo nel secondo semestre 2018. Finalmente l'ufficio casa ha iniziato ad usare in modo strategico e misurato le risorse, mettendo a sistema i vari dispositivi, le case popolari, gli affitti agevolati, l'emergenza in modo da garantire la loro massima efficacia. Stiamo risistemando graduatorie, gestendo mobilità, consegnando case e approvando manutenzioni - conclude -, il welfare ha cambiato passo».

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore