scarica l'app
MENU
Chiudi
10/06/2020

Un sopralluogo virtuale per affidare la gestione della casa di riposo

La Stampa - S. ZO.

ponderano
Visite vietate, ma il Comune litiga con la Provincia "Le coop interessate potrebbero ritirare l'offerta"
E' polemica sul «sopralluogo virtuale» per cercare un nuovo gestore alla casa di riposo di Ponderano «Don Matteo Zanetto». Il bando pubblicato sull'albo pretorio della Provincia, che si occupa dell'appalto, è chiaro: «Per il perdurare del Coronavirus il termine per la ricezione delle offerte è stato prorogato dal 6 giugno al 30 dello stesso mese». E fin qui ok. Ma lo stesso documento dice pure che «a causa dell'emergenza sanitaria italiana agli operatori economici è preclusa la possibilità di effettuare sopralluoghi in presenza presso la struttura, pertanto questo dovrà essere effettuato in modalità virtuale». Una scelta che non è piaciuta al Comune. «Prima di tutto speriamo di concludere in fretta, perché tra problemi burocratici prima e il Covid dopo, stiamo andando troppo per le lunghe - spiega il sindaco di Ponderano Roberto Locca -. La gestione da parte dell'attuale cooperativa sarebbe scaduta il 31 marzo. E poi non crediamo che sia corretto fare un sopralluogo a bando già quasi concluso, perché si rischiano ricorsi da parte degli interessati, perché l'operatore potrebbe fare vedere solo alcune parti della struttura e non altre. Non eravamo al corrente che la Provincia avesse reso pubblica la possibilità del sopralluogo attraverso un video. Diverso è se fosse stato previsto inizialmente nel bando. Ad oggi sono una decina gli interessati e un paio ci hanno già fatto presente che se il sopralluogo sarà virtuale ritireranno la loro offerta». La prima seduta pubblica è invece prevista il 2 luglio anziché l'11 giugno. Il primo cittadino sottolinea come ad oggi sia consentito l'ingresso contingentato ai famigliari degli ospiti, e che quindi il sopralluogo «in presenza» si potrebbe fare in tutta sicurezza. La Provincia sostiene di non comprendere la presa di posizione dell'amministrazione Locca. «Noi in questo caso siamo esecutori per conto del Comune - spiega il vice presidente dell'ente di via Sella Emanuele Ramella Pralungo -. Facciamo quello che ci viene chiesto. Sono gli uffici comunali di Ponderano che ci hanno domandato di prevedere un sopralluogo virtuale. Noi abbiamo solo dovuto prorogare la scadenza del bando, se poi preferiscono il sopralluogo in presenza ci adegueremo, ma è una scelta loro». -

Foto: CORRADO MICHELETTI


Foto: La casa di riposo Don Zanetto di Ponderano: l'attuale gestione è scaduta il 31 marzo, in piena pandemia