scarica l'app
MENU
Chiudi
26/11/2020

Un piano per valorizzare l’area archeologica di Ricina

Corriere Adriatico

Il Comune di Macerata parteciperà al bando del Governo City Brand
IL PROGETTO
MACERATA Il Comune di Macerata parteciperà al bando pubblico emanato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Italia City Brand 2020 che prevede la selezione di 20 città pilota con le quali elaborare e attuare piani di investimento, con una prevalente componente infrastrutturale, che valorizzino le potenzialità attrattive delle città rispetto agli investimenti nazionali e stranieri, puntando a sviluppare un brand cittadino in grado di accrescere l'attrattività dei territori rispetto agli investimenti, valorizzando gli aspetti maggiormente identitari del tessuto produttivo, culturale e sociale delle città beneficiarie.
La candidatura
L'Amministrazione comunale presenta la sua candidatura attraverso il progetto MC2 Potentia Piano di valorizzazione dell'area archeologica di Ricina e di riqualificazione e ricucitura urbana della frazione di Villa Potenza, frutto di un lavoro sinergico tra gli uffici comunali Politiche Europee e Lavori Pubblici. La proposta progettuale vede al centro l'area di Villa Potenza che presenta notevoli potenzialità, dal richiamo turistico culturale per i resti dell'imponente teatro e dell'area archeologica all'interesse naturalistico e ambientale dell'asta fluviale con la presenza di infrastrutture sportive, attività economiche centrate sulla produzione e sul commercio delle tipicità locali, che connettono la vocazione rurale e mercantile con quella industriale e innovativa. Strettamente connessi all'individuazione del brand, sono gli interventi di carattere più tecnico ed infrastrutturale, individuati sulla base di precedenti studi e integrati con il progetto Orti per la riqualificazione del Centro Fiere Villa Potenza, già finanziato nell'ambito del bando ministeriale per la riqualificazione delle periferie del quale completa e integra le attività. Il progetto MC2 Potentia prevede anche, dopo lo smantellamento del campo da rugby, la valorizzazione del sito storico dell'area archeologica di Ricina con un ampliamento degli scavi da effettuare in collaborazione con la Soprintendenza archeologica, e la creazione di uno spazio da destinare a manifestazioni, attività culturali e didattiche. L'elaborato contempla anche un sistema di percorsi interni che collegherà le diverse zone dell'area archeologica di Ricina e si connetterà con la ciclabile del Chienti e del Potenza. Prevista anche la creazione di uno spazio da destinare a manifestazioni, attività culturali e attività didattiche attraverso la ristrutturazione degli edifici esistenti ad uso sportivo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA