scarica l'app
MENU
Chiudi
30/05/2020

Un messinese trai prestanome

Gazzetta del Sud

l Secondo la Dda era Domenico Gallo il gestore di fatto delle società fornitrici, solo formalmente amministrate da prestanome. Uno stratagemma che consentiva all' indagato di operare tranquillamente con Anas nonostante fosse stato condannato con sentenza lI contratti di subfornitura celavano, in realtà, subappalti non autorizzati, conl'agg ravante dell' impiego di materiali di qualità inferiore rispetto ai parametri imposti dai capitolati di appalto: un' accusa pesante che si riverbera anche sulla sicurezza di chi percorre il tratto di A2 interessato dall'inchie sta. lI quattro appalti oggetto della contestata corruzione sono localizzati in autostrada fra il km 353e il km 355+700, dal km 382+475 al km 383- svincolo di Rosarno, dal km 320+164 (svincolo di Lamezia Terme) al km 331+400 (ponte sul torrente Randace)e all' altezza del sovrappasso Via Casa Savoia di Gallico (ex Ss184 delle Gambarie) al km 483. passata in giudicato per gravi reati contro lo Stato. Entrambe le società fornitrici del materiale hanno la stessa sede legalea Bovalino,e trai ritenuti prestanome figura un uomo di Me ssina.