scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
01/04/2021

Un bando per sostenere bar e ristoranti

Il Messaggero

IL VERTICE
Iniziative allo studio dell'amministrazione comunale in attesa della riapertura in sicurezza di bar e ristoranti a maggio. Si pensa a sconti e attività, attraverso un bando, per sostenere il settore. «Ci auguriamo che il comparto possa al più presto ripartire - dicono il sindaco Diego Ferrara e l'assessore al Commercio Manuel Pantalone - perché sarebbe segno di un graduale ritorno a una normalità spazzata via dalla pandemia. Abbiamo messo al lavoro gli uffici perché vogliamo riattivare anche questo settore del comparto economico, favorendo iniziative che invoglino a un ritorno in sicurezza nelle attività da parte dell'utenza e sempre se le condizioni sanitarie lo consentiranno». Per il commercio il sindaco e l'assessore hanno proposto una nuova fidelizzazione della cittadinanza, attraverso una campagna che porti in primo luogo a comprare in città, godendone i benefici attraverso promozioni possibili solo all'interno del territorio cittadino. L'idea è quella di una campagna di acquisti a prezzi scontati, fortificata da un bando a cui verrà chiamato a partecipare il più elevato numero di attività possibili, con l'obiettivo di riavvicinare i cittadini ai commercianti, questo non appena le condizioni pandemiche lo consentiranno. «L'obiettivo - proseguono Ferrara e Pantalone - è tornare a nuova vita dopo il covid e il lockdown. Non sarà facile, ma l'amministrazione sosterrà una nuova ripresa in sicurezza, con iniziative volte a favorire i consumi e far riprendere un ritmo organico alle attività. Idee che costruiremo insieme agli operatori che potranno essere assimilate anche al bando che siamo intenzionati a pubblicare per consentire di produrre sconti alla clientela da parte delle attività che aderiranno». Un supporto necessario per le tante attività teatine che già prima della emergenza pandemica soffrivano a livello economico e che da un anno a questa parte rischiano di non riuscire a sopravvivere alla grave crisi mondiale. «L'idea - concludono il sindaco e l'assessore - è attualmente far recuperare tempo e introiti anche a quanti hanno dovuto affrontare il servizio di asporto e si sono esposti per fronteggiare le sue grandi incognite, derivanti dall'impossibilità di poter programmare in modo preciso quantità e fabbisogni, essi potranno essere parte integrante del bando sugli sconti, sperando che con i vaccini si arrivi al più presto alla riapertura generale e alla ripresa della vita e dell'economia».
Francesco Colagreco
© RIPRODUZIONE RISERVATA