scarica l'app
MENU
Chiudi
28/08/2020

Un bando e un concorso per trasformare l’ex frigo militare in un polo della cultura

La Stampa

Speciale BANDOFONDAZIONECRC A.MANZONI & C. SERVIZI PROMOZIONALI INIZIATIVA DELLA FONDAZIONE CRC, COME PRESENTARE LE DOMANDE
Un bando e un concorso per creare un polo culturale nell'ex frigo militare, edificio nel cuore del centro storico di Cuneo acquistato dalla Fondazione Crc e, dopo una innovativa progettazione partecipata, destinato a nuova vita. Il bando per la gestione del nuovo polo culturale cittadino è già online da alcune settimane e scade il 18 settembre; aperto a soggetti giuridici pubblici e privati, non profit e for profit, anche in rete tra loro ma con capofila con sede operativa all'interno della regione Piemonte. Il bando «intende selezionare un gestore che dovrà dedicarsi all'ideazione, alla promozione e gestione di attività culturali, alla creazione di nuove sinergie e al coinvolgimento del pubblico, con l'obiettivo di trasformare uno spazio dismesso in un luogo di riferimento per la comunità». «Attraverso questo nuovo bando, oltre al concorso per la progettazione architettonica, vogliamo dare il via alla rigenerazione di un edificio che è parte della storia della città, per creare un nuovo polo della cultura aperto alla creatività e all'innovazione sociale» ha spiegato Giandomenico Genta, presidente della Fondazione Crc. Ha aggiunto: «L'intervento sull'ex frigo militare ha l'obiettivo di rafforzare il distretto culturale che si sta configurando nel centro storico, costituito dal museo civico, dal complesso monumentale dell'ex chiesa di San Francesco, da palazzo Santa Croce (che ospita la biblioteca 0-18 e diventerà la sede della biblioteca civica nei prossimi anni, ndr), dal centro espositivo di palazzo Samone, dalla sedi universitarie e dalla tettoia di piazza Virginio». I dettagli: l'affidamento dell'incarico è previsto per una durata di 7 anni, eventualmente rinnovabili, a partire dal 2022, ovvero in attesa che si completi il recupero dell'edificio. Il bando è articolato in due fasi: la prima per raccogliere le proposte di idee sulla gestione e sulla destinazione e funzionalità degli spazi, mentre la seconda parte servirà a valutare e selezionare le proposte operative e di gestione più nel dettaglio. La prima fase scade il 18 settembre a mezzanotte e i progetti presentati entro quella data saranno valutati dalla Fondazione di via Roma, secondo i criteri specificati nel bando. Quelli selezionati potranno accedere alla seconda fase. Il testo completo del bando e tutta la documentazione sono disponibili su: www.fondazionecrc.it e su www.disegniurbani.org. A fine maggio è stato lanciato un ambizioso bando architettonico per il recupero dell'edificio: i progettisti vincitori saranno resi noti tra meno di due mesi. - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: DANILO NINOTTO