scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
17/04/2021

Un bando da un milione di euro per gestire i 7 velox della Provincia

La Stampa - ELENA ROMANATO

savona. l'anno sono stati fatti due milioni di verbali
L'incarico triennale prevede anche le operazioni di notifica delle multe l'attivazione di un numero telefonico e di un front-office per le informazioni
SAVONA Palazzo Nervi non rinuncia ai sette autovelox sulle strade provinciali e, scaduto il contratto con l'attuale società installatrice, indice un nuovo bando per i prossimi tre anni con una spesa prevista di un milione di euro. «Il bando dei velox attualmente in funzione scade a fine aprile - dice Luana Isella, consigliera con delega alle Strade - e ci sarà una la gara per l'assegnazione dell'appalto di installazione dei velox per i prossimi tre anni». Gli autovelox per il controllo della velocità messi da Palazzo Nervi negli ultimi anni sono sette. Sulla Sp 29 dove si trovano a Maschio, direzione Altare, a Montemoro, direzione Altare, e sul viadotto Gazzana, direzione Savona), due sulla Sp 42, ( a Ponteprino, direzione Carcare e a Case Rossi, direzione Cengio), uno sulla Sp 6 di Villanova d'Albenga e uno sulla Provinciale 60 direzione Toirano. Il nuovo bando di gara prevede che l'impresa che si aggiudicherà il bando si occupi, non solo dell'installazione dei velox ma anche della gestione notifica delle multe per una base di gara di 1 milione 125 mila euro (comprensivi di Iva) e spalmati sui tre anni. La Provincia chiede anche che venga attivato uno sportello telefonico per informazioni con risposta nelle lingue più diffuse (inglese, francese, spagnolo, tedesco, rumeno). Dovrà avere orario giornaliero dalle 8,30-alle 13,00 e dalle 14,30 alle 17,30. Entro lo stesso termine dovrà attivarsi anche un front-office gestito direttamente dall'impresa appaltatrice con personale formato, che garantisca un servizio giornaliero, dal lunedì al venerdì con lo stesso orario dell'assistenza telefonica. Lo scorso anno le multe fatte dai velox della Provincia sono state intorno ai 2 milioni, ma di quelle notificate Palazzo Nervi riesce ad incassarne solo una parte. I dati relativi agli ultimi anni danno un'idea della situazione, con una percentuale di mute non pagate tra il 40% e il 45%. A queste si aggiungono quelle impugnate davanti al giudice di Pace. Lla Provincia ha approvato uno schema di contratto con il ministero alle Infrastrutture e trasporti (Mit) poter usufruire del servizio di accesso all'Archivio nazionale e all'Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida, sia automobilisti italiani che stranieri. - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: L'autovelox installato a Cadibona. E' in scadenza il bando per gestire i rilevatori installati nel Savonese