scarica l'app
MENU
Chiudi
22/09/2018

Un autunno al palaghiaccio Apertura in ritardo di un mese

L'Arena di Verona

BOSCO CHIESANUOVA. Un guasto al compressore aveva protratto la chiusura dell'impianto
Pronto il progetto per la nuova struttura: a marzo la gara d'appalto
Apre oggi, con oltre un mese e mezzo di ritardo sulla data prevista del 4 agosto, il palaghiaccio di Bosco Chiesanuova. I motivi erano stati spiegati dal sindaco Claudio Melotti in occasione della mancata apertura estiva quando, dopo giorni di accensione dei due compressori elettrici che attivano l'impianto di refrigerazione della pista, ci si era resi conto che uno era fuori uso. A causa delle alte temperature di quei giorni, con un solo compressore sarebbe stato impresa impossibile produrre il freddo sufficiente a gelare la pista e a mantenerla efficiente. Di qui la decisione del sindaco di rinviare l'apertura all'autunno e la promessa è stata mantenuta.La forte ondata di caldo estivo aveva infatti compromesso la regolare efficienza dei due compressori dell'impianto di refrigerazione a causa del loro funzionamento alla massima potenza, protrattosi in modo anomalo per più giorni di seguito, provocando un grave guasto alla componentistica di uno dei due compressori, compromettendo la possibilità di produrre ghiaccio e mantenerlo efficiente.Per evitare bollette energetiche stratosferiche, l'amministrazione aveva deciso la sospensione dell'apertura nel periodo estivo, rinviandola all'autunno, in attesa di avviare il progetto di nuovo palaghiaccio, finanziato con il Fondo Comuni confinanti per 3 milioni e 155mila euro, dei quali 2 milioni da quattro annualità del Fondo dei Comuni di confine e per un milione e 155mila euro da fondi propri. La speranza del sindaco è di andare a gara d'appalto per il prossimo marzo e nel frattempo tenere aperto il palaghiaccio il più possibile nei mesi invernali e primaverili, prima di chiuderlo per una ventina di mesi per i lavori che trasformeranno radicalmente la struttura, ammodernandola sui consumi energetici, creando due piani parcheggio sottostanti, un bar con terrazza e vista lago sul lato sudovest e copertura mobile con teli per la pioggia, oltre alla sistemazione viabilistica e pedonale che avvicinerà ancora di più il palaghiaccio al centro del paese.Da sabato, con l'apertura, entra in vigore l'orario invernale: aggiornamenti in tempo reale sulla pagina Facebook Palaghiaccio Bosco Chiesanuova.