scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
17/08/2021

Un altro milione per le aziende in fase di riavvio

Il Tirreno

Rimpinguate le risorse del bando "Ripartenza - Pisa" e di quello per i sistemi di gestione certificati camera di commercio
pisa. La Camera di Commercio di Pisa rafforza l'impegno a fianco delle imprese mettendo a disposizione un ulteriore milione di euro (1.140mila per l'esattezza).«Anche nel 2021 - è il punto di vista di Valter Tamburini, commissario straordinario della Camera di Commercio - le oculate politiche di bilancio sin qui condotte ci consentono di mettere a disposizione degli imprenditori che vogliono investire nuove risorse: oltre un milione di euro. A spingerci verso questa scelta non è solo l'oggettivo stato di difficoltà cui ancora versa l'economia locale, ma anche il successo dei due bandi che abbiamo rifinanziato. Si tratta di bandi che, come da tradizione, non prevedono contributi a pioggia, ma solo per realizzare attività fondamentali per la crescita e lo sviluppo d'impresa. Uno sforzo di rilievo che ci ha fatto mettere sul piatto ancora più risorse rispetto allo scorso anno. Uno sforzo di cui andiamo orgogliosi soprattutto se pensiamo che è stato fatto senza ricorrere al debito».Il bando "Ripartenza - Pisa 2021", per il quale erano inizialmente stanziati 500.000 euro, prevede contributi a fondo perduto per l'acquisto di servizi di consulenza e/o formazione, beni strumentali, canoni, licenze d'uso o noleggio attrezzature, in quattro ambiti fondamentali per la crescita d'impresa come l'innovazione digitale, lo sviluppo e l'implementazione di nuovi modelli di business, lo sviluppo competenze tecniche e digitali (anche a seguito dell'emergenza sanitaria) e lo sviluppo di competenze finanziarie per la prevenzione della crisi d'impresa.I voucher consentono, oltre alla digitalizzazione, la ripartenza in sicurezza finanziando l'acquisto di apparecchiature per la videosorveglianza.Le risorse disponibili si sono esaurite prestissimo, tanto che il 25 giugno, dopo soli quattro giorni, il bando è stato chiuso. Nel complesso sono state presentate oltre 400 domande per circa 2 milioni di contribuiti richiesti. Di queste solo 123 sono state ad oggi soddisfatte per un totale, appunto, di 500mila euro. Per aumentare la platea dei beneficiari la Camera ha quindi messo sul piatto un milione di euro aggiuntivo.© RIPRODUZIONE RISERVATA