scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
17/04/2021

“Umbriaperta”, ecco 17 milioni La Giunta punta tutto sul rilancio

QN - La Nazione

PERUGIA "Umbriaperta": è al tempo stesso slogan e parola d'ordine della Regione che tende la mano a enti locali, operatori, imprese e cittadini per la ripartenza turistica portando in dote 17 milioni di euro. Di questi, 12 milioni e 150mila sono relativi ai cinque strumenti studiati dalla Giunta per rialzare l'Umbria dalla crisi post pandemica. Gli altri 4 milioni e 900mila euro sono i denari relativi ai ristori. Il pacchetto di interventi è stato presentato ieri. Alla videocnferenza il Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, la presidente della Regione, Donatella Tesei, l'Assessore regionale al Turismo, Paola Agabiti e Michela Sciurpa, amministratore unico di Sviluppumbria. E' stata l'assessore Paola Agabiti a entrare nel merito delle iniziative. «Un pacchetto di interventi organici che si prefigge di sostenere tutto il comparto turistico, comprese le filiere, con l'auspicio che nei prossimi mesi si possa tornare a parlare di turismo non solo per l'emergenza - ha detto -. Il primo bando, già operativo, è rivolto alle imprese ricettive per sostenere gli investimenti utili alla riapertura delle imprese turistiche colpite dall'emergenza. Questo bando, gestito operativamente da Sviluppumbria, ha una dotazione finanziaria di 8 milioni di euro di cui 1 milione riservato ai Comuni del cratere. Il secondo strumento è il bando per il sostegno alle imprese della filiera del turismo nei territori del cratere sisma 2016. È rivolto alle imprese di tutta la filiera del turismo (commercio, servizi, imprese sportive, creative e artigianato artistico) e ha come finalità il sostegno agli investimenti utili al rafforzamento, diversificazione e innovazione delle imprese del terziario. Anche questo bando, che sarà pubblicato entro aprile - ha spiegato ancora Agabiti -, sarà gestito da Sviluppumbria e ha una dotazione finanziaria di 1 milione 50mila euro. Il terzo strumento è il bando per il sostegno all'attività di incoming per gli investimenti, il rafforzamento, la diversificazione ed innovazione delle agenzie di viaggi e delle imprese di servizi connessi al turismo con fondi per 1 milione. Sarà pubblicato a inizio maggio. «Relativamente all'avviso rivolto ai Comuni per il sostegno alla costruzione di prodotti turistici territoriali - ha aggiunto Agabiti - abbiamo previsto 1 milione 600 mila euro. Quinto e ultimo strumento è l'avviso per i tirocini extracurriculari presso i Comuni nei settori turismo e cultura. La dotazione iniziale è di 500 mila euro, le attività saranno gestite da Arpal. L'ultima iniziativa non è rivolta solo al settore turistico - ha concluso Agabiti -, è la riapertura dell'avviso per la concessione di un contributo una-tantum di 1500 euro ai lavoratori autonomi dei settori colpiti dalla pandemia, con fondi per 4 milioni 900 mila euro. Sono state incluse nuove categorie: le guide turistiche e le agenzie di viaggio, agli istruttori e ai tecnici del mondo dello sport con contratti di collaborazione sportiva e ai lavoratori autonomi dei settori legati all'intrattenimento e organizzazione di eventi, al tempo libero e alle attività ricreative, all'artigianato artistico e altre categorie che hanno subìto le restrizioni per fronteggiare la pandemia».