MENU
Chiudi
04/08/2018

Ufficio stampa in Comune Polemica sui candidati scelti

Il Gazzettino

LE NOMINE
UDINE La giunta ieri ha scelto i suoi addetti stampa: saranno i giornalisti Luciana Idelfonso, collaboratrice tra gli altri di Udine Today e Udinews Tv, e Marco Belviso, quest'ultimo noto blogger udinese (attivo soprattutto sui temi politici) che da mesi ha attirato le attenzioni del capogruppo di Prima Udine, Enrico Bertossi. Il consigliere, infatti, aveva inaugurato la sua attività come membro dell'opposizione presentando ben due interrogazioni per chiedere lumi sui rapporti tra il sindaco Pietro Fontanini e Belviso alla luce del fatto che «dopo mesi di incessante campagna ostile si leggeva nel documento - il 24 marzo ha iniziato a sostenere con vigore la candidatura di Fontanini. Premesso che è stato visto con costanza dal giorno dopo il ballottaggio aggirarsi all'interno degli uffici comunali e all'esterno del palazzo municipale, suscitando perplessità e imbarazzo tra i dipendenti recitava il testo della prima interrogazione - esiste in capo al signor Belviso un qualsivoglia incarico amministrativo, politico o contrattuale o provvedimento autorizzativo che ne giustifichi la presenza apparentemente continua negli uffici comunali?». Belviso, dal suo blog, aveva risposto indirettamente: «Chissà se veramente non ci siano delle risposte più importanti che aspettano i cittadini udinesi dai consiglieri a Palazzo D'Aronco». «É solo un amico. Non ho ricevuto alcuna pressione per assegnare l'ufficio stampa del Comune - aveva detto il sindaco in consiglio comunale - Quindi non ritengo ci siano problemi se questa persona viene ogni tanto a parlare da me in ufficio, come fanno anche altri cittadini. Il rapporto è di amicizia e non ho altro da precisare». La risposta non aveva convinto Bertossi, che aveva chiosato con un «vedremo l'evoluzione che avranno i bandi». Ora che i bandi sono chiusi, il capogruppo di Prima Udine si limita a commentare: «Adesso si comprendono le pressioni di cui parlava. Approfondiremo». Si vedrà se il consigliere intende presentare ulteriori interrogazioni sul tema. A bando aperto, però, era arrivata anche una nota preoccupata dell'Associazione della Stampa del Fvg che aveva chiesto il ritiro dello stesso bando e la riformulazione con procedure più trasparenti, criticando le modalità di selezione (nella commissione non era previsto un giornalista) e quella discrezionali di assegnazione del ruolo di ufficio stampa: «La decisione finale sottolineava il sindacato dei giornalisti - rimane nelle mani di un'unica persona, il sindaco, libero di scegliere a chi assegnare gli incarichi (che vanno dai 35 ai 40 mila euro l'anno)». Il contratto per i due uffici stampa durerà un anno e sarà prorogabile.
al.pi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore