MENU
Chiudi
24/10/2018

Tutti a tavola, oggi riaprono le mense

Il Messaggero

LA PAPPA RITROVATA
E da oggi tutti a tavola. Dopo le polemiche dei genitori scaturite prima dall'ordinanza tardiva con cui il sindaco di Pescara Marco Alessandrini ha chiuso le scuole solo lunedì mattina a seguito dell'eccezionale ondata di maltempo che ha colpito la città domenica notte, e poi dalla proroga dell'ordinanza anche alla giornata di ieri, quando in effetti il sole ha regalato una bellissima giornata, oggi gli alunni torneranno tra i banchi trovando una gradita sorpresa: la riapertura delle mense scolastiche per gli oltre 3.500 iscritti. In particolare, fino a ieri sono pervenute 3.346 domande d'iscrizione all'apposita piattaforma online, 200 delle quali relative ai nidi comunali e al pasto da casa. Dopo la tossinfezione da campylobacter che all'inizio di giugno aveva mandato in ospedale un centinaio di di bambini a una manciata di ore dalla chiusura dell'anno scolastico, con le successive indagini e l'appalto revocato all'associazione temporanea d'impresa Cir food-Bioristoro dal Comune di Pescara, da oggi i centri cottura già sanificati torneranno a sfornare i pasti a cura della Serenissima ristorazione: l'azienda terza classificata alla gara d'appalto precedentemente indetta dall'amministrazione comunale, che ha detto sì dopo il rifiuto dell'associazione temporanea d'impresa seconda classificata Camst-Csa, la quale aveva condizionato il proprio assenso alla stipula di un accordo sindacale con la riduzione delle ore di lavoro del personale da 431 a 390.
Un'opzione avversata mentre nel frattempo le scuole, in accordo con il Comune, hanno fronteggiato l'emergenza con il pasto portato da casa a precise condizioni dettate dal Servizio igiene alimenti e nutrizione della Asl di Pescara.
REGOLE PER IL PANINO
Una novità che ha conquistato bambini e genitori, rimanendo l'alternativa al servizio di refezione scolastica comunale: «Come ci hanno richiesto i genitori - conferma Giacomo Cuzzi, assessore all'Istruzione - e che sarà governata dalle scuole stesse, secondo un regolamento ad hoc adottato dall'Ufficio scolastico regionale e dagli istituti comprensivi cittadini». Per tutti gli altri, si spalancheranno le porte della mensa: «Ci auguriamo - auspica l'assessore Cuzzi - che tutto proceda al meglio, la salute dei bambini ci sta da sempre a cuore, diventa ancora più importante dopo quello che è accaduto, che abbiamo alle spalle, ma che terremo sempre ben presente, perché ci vede parte lesa insieme ai piccoli e alle famiglie». Dunque il Comune promette di tenere alta la guardia sul servizio mensa, in collaborazione con la Serenissima ristorazione.
IL COLLAUDO
Non a caso oggi sarà lo stesso Cuzzi a collaudare il nuovo servizio, recandosi proprio alla mensa della Scuola primaria Piano T di Zanni, là dove la tossinfezione era esplosa: «Buon nuovo inizio a mensa ai bambini, ai dirigenti e ai docenti e anche a tutto il personale che renderà materialmente possibile il servizio - conclude l'assessore all'Istruzione -, nonché ai genitori con i quali porteremo avanti il dialogo diretto costruito in questi mesi, perché si consolidi la fiducia nel servizio e anche perché ne diventino, con noi garanti, attraverso i mezzi che lo stesso appalto prevede per coinvolgere le famiglie».
Davide De Amicis
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore