scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
06/07/2021

Tre ore di vertice a palazzo Chigi sul decreto sem…

Il Tirreno

Tre ore di vertice a palazzo Chigi sul decreto semplificazioni non bastarono a Giuseppe Conte per sciogliere tutti i nodi sul tavolo. Restarono, infatti, le resistenze del Pd intorno alle troppe deroghe che il premier e i Cinque stelle avrebbero voluto al codice degli appalti, applicando il modello Genova a una serie di grandi opere nel resto del Paese. L'incontro nel pomeriggio con il segretario del Pd Nicola Zingaretti per provare a siglare una tregua, «chiarirsi, dopo giorni di incomprensioni», come spiegano dal Pd. Nessun gelo: «Nessun gelo tra di noi», assicura Conte che, prima dell'incontro, orchestra un pranzo fuori dal fortino di piazza Colonna per incontrare i cronisti e mandare un messaggio chiaro ai dem. Emergono divergenze tra Conte e Zingaretti sul decreto: sono solo la punta dell'iceberg di una serie di difficoltà per compattare le due visioni di Pd e M5S. Un anticipo sulle prospettive politiche dell'allora premier.