scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
29/08/2020

Tre domande al Consorzio Villa Reale sul trasporto turistico

QN - Il Giorno

MONZA Come valorizzare un servizio di trasporto turistico nel rispetto delle persone, del parco e della qualità dell'aria? Se lo chiede il gruppo Noi Verdi - Europa Verde di Monza e Brianza sollecitando il Consorzio Villa Reale a rispondere a tre domande. «Visitare il nostro meraviglioso Parco di Monza è un'ottima abitudine che piace molto a tantissimi cittadini e turisti da tutto il mondo - scrive in una nota - Ci teniamo particolarmente al Parco ed è per questo che ci impegniamo a tenerlo pulito organizzando, periodicamente, iniziative di raccolta rifiuti. Ed è sempre per questo che abbiamo rivolto alcune domande al Consorzio Villa Reale circa il servizio di trasporto turistico dato in concessione con determinazione n. 50/2019 e stato affidato applicando esclusivamente il criterio del prezzo più alto. Come mai non è stato previsto un criterio con offerta economicamente vantaggiosa, prevalente nel codice degli appalti rispetto a quello sul prezzo, per comprendere anche una valorizzazione di offerte ambientalmente più convenienti ed adatte? - chiedono i Verdi - Ci risulta che l'attuale affidatario impiega un mezzo Euro 3 a gasolio, fastidioso e inquinante. Considerato che il foglio patti e condizioni prevede la possibilità di apportare modifiche alle condizioni tecniche, previo accordo con il concessionario, per ragioni di interesse pubblico, perché non impiegare fin dalla prossima stagione (l'ultima dell'affidamento in corso) un mezzo elettrico o almeno meno inquinante?» Infine, insistono i Verdi, «il Consorzio condivide l'opportunità di prevedere, per il prossimo affidamento del servizio, un bando che possa premiare società che dimostrino attenzione ai criteri ambientali e innovazione verso l'impiego di tecnologie più efficienti e pulite come è stato fatto ad esempio ad Arco (TN)».