scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
29/05/2021

Trattativa serrata Draghi- sindacati, marcia indietro sul ribasso appalti

Gazzetta del Sud

Dl Semplificazioni
ROMA Via le norme sul massimo ribasso, una lunga mediazione per allargare le maglie dei subappalti tutelandoi lavoratorie la legalità. Mario Draghi lavora per portare in Cdm le misure per le Semplificazionie sulla governance del Recovery plan. Bisogna far presto, chiudere il decreto nelle prossime ore,o si rischia di perdere la prima tranche di 27 miliardi che potrebbe arrivare da Bruxellesa luglio. Ma il premier deve farei conti con il muro di Pde Leu sul tema degli appalti:i ministri Orlandoe Speranza chiedonoe ottengono un tavolo coni sindacati prima del varo del decreto. Il tentativo dei partiti della sinistra, alla vigilia di una manifestazione di Cgil, Cisle Uil,è evitare di allargare ancora le distanze, dopo lo strappo sul tema dei licenziamenti. Prorogare il blocco, come chiedonoi sindacati? Draghi non concede apertureei leaderconfederali nondepongono le armi. La tensioneè alta. Il punto che metted' accordo tuttiè lo stop alle gare con massimo ribasso, presenti nelle prime bozze. Una novità è l'introduzione dell' appalto integrato.E un passaggio che piace ai sindacatièl' intenzione di ridurre «di molto» le stazioni appaltanti. Maè anche il giorno in cui la ratifica di tutti gli Stati membri dà il via libera finale alla raccolta di fondieuropei peripianidi rilancionazionali.E un imperativo categorico guida le scelte del governo nel decreto Recovery, un maxi provvedimento di oltre 60 articoli atteso in Cdm entro stasera. Pagina4