MENU
Chiudi
21/10/2018

Trasporto scolastico appalto disertato Il Comune ci riprova

Messaggero Veneto - Chiara Benotti

Tutto da rifare per il servizio negli istituti di Sacile e Brugnera Prima della nuova gara si vuol capire cosa non ha funzionato IL BANDO
Chiara Benotti / SACILETutto da rifare per il servizio scuolabus degli istituti comprensivi di Sacile e Brugnera. La gara pubblica è andata deserta. Nessuna candidatura per l'appalto pubblicato sul portale on line della Regione. Da capire i motivi del mancato interesse, visto il valore dell'appalto: 2,5 milioni e spiccioli. Il Comune di Sacile comunque ci riprova. Riaperta la fase della consultazione di mercato per raccogliere suggerimenti e spunti utili. Intanto il servizio va avanti in proroga, e non potrebbe essere altrimenti vista l'importanza.«Prima d'effettuare la nuova gara si reputa necessario avviare una consultazione preliminare di mercato per indagare sulle motivazioni che hanno impedito la partecipazione alle due precedenti procedure e fare le modifiche» recita la determinazione comunale 147. L'iter del bando era stato attivato in riva al Livenza l'estate scorsa, in ballo un assegno di 1 milione 384.704 euro per assicurare un servizio strategico per la comunità: era stato annunciato il primo giugno con l'atto comunale 423. Si era aggiunto un secondo lotto, gestito dalla centrale unica dei servizi, per il territorio di Brugnera, del valore di 1 milione163.461,75 euro. Il bando europeo assomma, quindi, a oltre 2 milioni e mezzo (per l'esattezza 2 milioni 548.165,75 euro). L'aggiudicazione sarà stabilita con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa sulla base del miglior rapporto qualità prezzo.«Per il Comune di Sacile il valore complessivo del servizio ammonta a 1.292.390,40 euro più l'Iva, con possibile proroga di ulteriori quattro mesi» si evidenzia in municipio riferendosi a 68 mesi. Per il Comune di Brugnera il valore complessivo del servizio, della durata di sessanta mesi, è di 1.057.692,50 euro più Iva, con ulteriori sei mesi di proroga eventuale.L'appalto per i due Comuni è finanziato in parte con fondi delle casse pubbliche e in parte da tariffe versate dalle famiglie degli alunni. Per pubblicizzare il bando di gara è stata prevista la spesa di 2 mila euro più Iva da versare all'Anac, ovvero l'Autorità nazionale anticorruzione, come previsto dal codice degli appalti e dei contratti di concessione entrato inm vigore nel 2016. Anche i costi raddoppiano. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore