MENU
Chiudi
05/08/2018

Trasparenza al Comune tutti i dubbi sollevati dal Pd

La Gazzetta Del Mezzogiorno

CRISPIANO NON PIACE L'AFFIDAMENTO DI VERIFICHE A UN PRIVATO
PAOLA GUARNIERI l CRISPIANO. La trasparenza amministrativa affidata ad un'azienda privata? No grazie, soprattutto se un'operazione che appare gratuita, presumibilmente sarà a pagamento per l'ente. Ad intervenire su una scelta effettuata dalla maggioranza Cinque stelle, il circolo del Pd, che solleva dubbi. La giunta Lopomo ha recentemente approvato una delibera, per aderire al progetto "Bilancio civico" dell'associazione di promozione sociale "Redde rationem", con sede a Castelfranco di Sotto, in provincia di Pisa. Grazie a questo progetto, il Comune utilizzerà un software open source, cioè libero, per pubblicare i dati del bilancio. Ma la prima perplessità del Pd riguarda proprio la presunta gratuità del servizio. Nella delibera di giunta, infatti, viene precisato che, laddove fosse necessario, sarà preso "un impegno di spesa per l'acquisto dello spazio web e relativo dominio dove pubblicare il bilancio del Comune". Insomma, nessuna certezza sulla gratuità del servizio. In secondo luogo, per il Pd la delibera non rispetta la normativa del Codice degli appalti, secondo cui occorrerebbe attenersi al principio dell'evidenza pubblica, mentre vi è stato, un affidamento diretto. Senza contare, poi, che sul sito web del Comune esiste già la sezione "amministrazione trasparente", da cui accedere alle scelte amministrative. Ma il dato che risulta essere più grave è che questa associazione farebbe «parte della galassia Cinque stelle», essendovi tra i suoi fondatori Paolo Landi, consigliere del Comune di Vicopisano, in provincia di Pisa. La delibera della giunta Lopomo non sarebbe altro che un atto di obbedienza agli ordini di scuderia: foraggiare le organizzazioni ed associazioni vicine al Movimento. Nel caso specifico di Crispiano, secondo il Pd, il tutto viene fatto nascondendosi dietro alla nobile finalità di salvaguardare le disastrate finanze comunali. Che invece, a quanto pare, sopporteranno una spesa inutile.

Foto: Il Comune di Crispiano

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore