scarica l'app
MENU
Chiudi
02/10/2019

Trasloco «scolastico», tutto pronto

La Gazzetta Del Mezzogiorno

OSTUNI D A L L'EDIFICIO CHE OSPITA LA «SAN GIOVANNI BOSCO» (DOVE È PREVISTA LA RISTRUTTURAZIONE) IN ALTRI LOCALI
Una ditta specializzata si occuperà di trasferire altrove suppellettili ma anche documenti
l OSTUNI . Essendo necessario procedere allo sgombero e al trasloco di tutto il materiale didattico (archivio, arredi, suppellettili, attrezzature, documentazione cartacea dispersa sui pavimenti e non) dall'Edificio scolastico in altri locali comunali per consentire l'avvio dei lavori di ristrutturazione dell'intero plesso scolastico, la ditta di Giuseppe Semerano di Ostuni effettuerà il trasferimento, lo sgombero e il trasloco di tutto il materiale didattico. Durante le operazioni di trasloco, il materiale verrà inventariato tramite apposito verbale redatto a cura del personale scolastico, con relativa assunzione di responsabilità sulla giacenza mentre l'Amministrazione Comunale si farà carico delle spese di sgombero e trasloco, per un importo complessivo di 15.400 euro, Iva compresa, attraverso la ditta specializzata operante nel settore. In particolare sarà spostato l'archivio storico presso i locali seminterrati, già destinati ad archivio, dell'immobile comunale di via Filangieri (ex Pretura) e del lavoro di carico e trasporto presso pubblica discarica di tutto il materiale cartaceo e non (arredi, suppellettili, attrezzature e altro) in disuso o non più utilizzabile; - nel trasloco di altro arredo scolastico ancora utilizzabile, di minore valore e pregio (tavoli, sedie, armadi e quant'altro) presso l'ex edificio scolastico chiuso del . Lo sgombero immediato dell''edificio scolastico si rende urgente per consentire"San Giovanni Bosco", per consentire l'avvio dei lavori di ristrutturazione dell'intero plesso scolastico e che andranno ad interessare il corpo principale dell'edificio, in particolare è prevista la ristrutturazione del fabbricato più vecchio comprendente 13 aule per lo svolgimento delle attività didattiche, due laboratori, un ufficio, un archivio e un'aula multimediale. Interventi di tipo strutturale consistenti nel ripristino funzionale e adeguamento alla normativa vigente dell'edificio ai fini della certificazione di agibilità e gli interventi di tipo non strutturale, in interventi edili di finitura esterna ed interna dell'edificio. Il bando d'appalto, attivato il 17 agosto 2018, ha visto la partecipazione di sei imprese con le relative offerte e la stazione appaltante della Provincia, dopo l'esame delle stesse, il 21 maggio scorso ha aggiudicato al raggruppamento di Martino (composta dalla Perrottagroup srl quale capogruppo; l' , mandante e il per un importo d'aggiudicazione di 579.412 euro oltre Iva di cui 15.875 euro per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso. Su progetto esecutivo dell'ing. Francesco Porco e arch. Vito Aldo Flore per un importo complessivo di 950 mila euro, questo è stato candidato per i finanziamenti degli interventi di recupero e riqualificazione del patrimonio infrastrutturale degli istituti scolastici pugliesi e il dipartimento della Regione (a seguito di qwuanto disposto con delibera di Giunta regionale n. 1115 del 19.7.2016, ha provveduto allo scorrimento delle graduatorie ed ha fornito la copertura economica attraverso l'utilizzo di somme disponibili della dotazione finanziaria delle ). La ripartizione delel domme è: 751.416,57 per interventi strutturali (Azione 10.8) e 198.583,43 per interventi non strutturali (Azione 10.9). L'importo a base dell'appalto è di 753.875 euro di cui 738 mila euro per i lavori e 15.875 euro per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso.