scarica l'app
MENU
Chiudi
10/07/2020

Tram, si sposta la fermata al parco Iris

Il Gazzettino

IL SIR 3 COLLEGHERÁ LA STAZIONE A VOLTABAROZZO L'INTERVENTO DI REALIZZAZIONE DURERÁ 22 MESI
TRASPORTI
PADOVA Il progetto definitivo sarà pronto venerdì della prossima settimana. In quella data, quindi, si conosceranno il tracciato e le fermate del Sir 3, la linea tranviaria che collegherà la Stazione a Voltabarozzo. E solo a quel punto, cioè quando l'elaborato sarà completato in tutti i dettagli, sottoposto ad alcune modifiche già individuate, e sarà sdoganato anche dalla Conferenza di servizi convocata dal Comune, verrà bandita la gara d'appalto per la predisposizione dell'esecutivo e poi per la realizzazione dei lavori, che spetteranno al medesimo soggetto. Servono altri dieci giorni per la validazione dell'elaborato predisposto dai tecnici di Palazzo Moroni, che Aps Holding, cioè la stazione appaltante, ha affidato ad alcuni consulenti esterni, i quali si sono riservati questo tempo per verificare che sia corretto sotto l'aspetto tecnico e normativo. E ancora un po' di tempo è necessario pure alla Provincia, chiamata a pronunciarsi sull'impatto ambientale che avrà il serpentone blu lungo il percorso.
LO STATO DELL'ARTE
Ieri Arturo Lorenzoni, che a Palazzo Moroni ha la delega alla Mobilità, ha fatto il punto sulla situazione, spiegando che il progetto preso in considerazione finora, e girato anche negli ultimi giorni, in realtà è ancora provvisorio e quindi soggetto a mutamenti anche sostanziali, come, per esempio lo spostamento di 50 metri della fermata prevista in prossimità del Parco Iris. «In questo momento - ha spiegato il vice sindaco - abbiamo solo un'ipotesi di massima che deve ancora prendere forma. Ci sono ancora dieci giorni, però, per la validazione, durante i quali siamo pronti ad apportare o modifiche e migliorie, qualora ci vengano richieste dai validatori, in maniera da inserire nel bando la versione definitiva aggiornata».
«Per esempio - ha aggiunto il numero due del Municipio - ci sarà l'arretramento di pochi metri della fermata in zona Forcellini, a ridosso del parco Iris, che verrà trasferita in un'area di proprietà comunale che i tecnici non avevano preso in considerazione, in quanto non sapevano che fosse pubblica. E poi verranno apportati pure altri cambiamenti. Alla fine, comunque, contiamo che i cantieri possano partire a metà del 2021 e poi ci vorranno circa 22 mesi per vedere correre il nuovo tram che collegherà due zone importanti della città, passando davanti all'Azienda Ospedaliera e al Sant'Antonio. É un'occasione importante, questa, per riqualificare diversi quartieri della città e rimaniamo aperti a raccogliere i suggerimenti dei cittadini per le soluzioni di tutti i dettagli lungo l'itinerario del Sir 3».
LA DOCUMENTAZIONE
Nel frattempo la documentazione è anche al vaglio della Provincia, alla quale spetta la procedura di verifica della Valutazione di impatto ambientale. «É stato avviato il procedimento - ha spiegato il presidente Fabio Bui - e la fase di consultazione del pubblico che durerà 45 giorni. Nei successivi 45 il nostro ente, su indicazione del Comitato Tecnico di valutazione ambientale adotterà il provvedimento di autorizzazione». «In corso - spiega l'ingegner Diego Galiazzo, incaricato da Aps Holding per seguire le procedure necessarie alla realizzazione - c'è ancora un iter di approvazione del progetto esecutivo che si compone di diversi passaggi. Innanzitutto la verifica da parte dei consulenti esterni, poi lo screening che sta facendo la Provincia per la verifica di assoggettabilità Via (Valutazione impatto ambientale) e la convocazione della Conferenza dei Servizi».
Nicoletta Cozza
© RIPRODUZIONE RISERVATA