scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
30/07/2021

Tram, allerta cantieri. Merola chiama il governo

QN - Il Resto del Carlino

di Paolo Rosato Il Comune nella giunta di ieri ha approvato il progetto definitivo della prima linea del tram, la Rossa, che taglierà la città congiungendo Borgo Panigale a Fico e al Caab. Come anticipato ieri dal Carlino, la delibera planata ieri tra le mani dell'esecutivo Merola, presentata dall'assessore Claudio Mazzanti, chiude un cerchio durato anni: il progetto della prima linea tranviaria può tramutarsi in esecutivo, e con l'apposizione della pubblica utilità sul tracciato potranno anche partire le procedure vere e proprie per gli espropri. L'assessore Mazzanti non si sbilancia. «Non sappiamo ancora con certezza quando si potrà partire - sottolinea il titolare della Mobilità -, i tecnici stanno vagliando alcuni dettagli per non fare delle mosse errate. Gli avvisi preliminari sono stati già inviati, si sta procedendo per tempo. Sono comunque espropri minimi: interi condomini hanno ricevuto l'avviso, ma gli edifici non c'entrano: spesso parliamo di piccole porzioni di marciapiede». Sembra invece più prossima rispetto alle attese la data di uscita del bando europeo: c'è da affidare lavori molto corposi. «L'abbiamo appena saputo, riusciamo ad anticiparci: il bando uscirà il 9 o il 10 agosto». Dopo i lavori sarà la volta dei cantieri, che arriveranno sicuramente l'anno prossimo con l'avvio del nuovo mandato. Sui cantieri c'è un po' di preoccupazione. Soprattutto per l'incrocio con il Passante, è pressoché sicuro che le due cantierizzazioni nei prossimi anni si intrecceranno. Merola su questo è stato chiaro. «Dobbiamo investire sui mezzi non inquinanti. Sarà una cosa buona per la città perché avremo mezzi ecologici che avranno la possibilità di ricaricarsi sui binari - ha spiegato il sindaco -. Dove passerà il tram ci saranno nuovi arredi urbani, nuove alberature e ci sarà la possibilità di recuperare tutti i parcheggi. Il nuovo sindaco sarà davvero un sindaco di strada perché avrà molti cantieri da attuare e da gestire. Mi auguro che davvero ci sia un decreto semplificazioni che permetta a tutti di lavorare con maggiore agio. Sui cantieri, allestiti volta per volta, ci sarà la massima attenzione per ridurre i disagi». Intanto le ambizioni di Palazzo d'Accursio legittimamente crescono, c'è da portare a casa il finanziamento per la realizzazione della Linea Verde, quella che porterà il tram fino a dentro Castel Maggiore. Mazzanti è fiducioso: «Siamo assieme ad altre città italiane, sulla call del ministero dovremmo avere novità tra agosto e settembre». © RIPRODUZIONE RISERVATA