scarica l'app
MENU
Chiudi
22/11/2019

Tra Maremma e Amiata 7 sindaci nominati nelle file dell’Anci

Il Tirreno - Enrico Pizzi

grosseto
grosseto. Sono sette i sindaci maremmani chiamati a ricoprire un ruolo nella governance dell'Anci Toscana. Mercoledì, alla 34a assemblea dell'Ancim, a Arezzo, si è riunito il Comitato direttivo di Anci Toscana, presieduto dal sindaco di Prato, Matteo Biffoni, e ha proceduto a nominare vicepresidenti e responsabili delegati delle articolazioni tematiche e dei progetti speciali. Vicepresidenti sono Alessandro Ghinelli, sindaco di Arezzo, vicaria, Cristina Giachi, vicesindaco di Firenze e Sergio Chienni, sindaco di Terranuova Bracciolini. Nessun sindaco maremmano tra le articolazioni obbligatorie dell'Anci Toscana. A sette sindaci della provincia di Grosseto sono andate invece altrettante deleghe sulle 43 articolazioni tematiche dell'assetto organizzativo di Anci; si tratta di ruoli con compiti operativi e propositivi specifici e sono istituite dal Comitato direttivo, che ne definisce il numero e le funzioni, ma i responsabili sono nominati dal presidente. Per le politiche per la sicurezza e legalità è stato nominato Andrea Benini, sindaco Follonica; per i lavori pubblici e il codice degli appalti Francesco Limatola, sindaco di Roccastrada; per parchi, aree protette e turismo green Marcello Giuntini, sindaco Massa Marittima; per geotermia e energie rinnovabili Federico Balocchi, sindaco di Santa Fiora; per le politiche per il commercio il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna; per le politiche per il lavoro Alessandra Biondi, sindaca di Civitella Paganico, che fa anche parte del Comitato direttivo. La valorizzazione dei borghi storici e delle tradizioni è stata affidata a Pierandrea Vanni, sindaco di Sorano, membro del Comitato direttivo di Anci Toscana. -Enrico Pizzi