scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
25/03/2021

Torvaianica mette a bando le spiagge

Il Messaggero

L'AMMINISTRAZIONE VUOLE AFFIDARE GLI STABILIMENTI AD ALTRI GESTORI MA SOLO PER UN ANNO ANNUNCIATI RICORSI
IL PIANO
Messe a bando altre due concessioni demaniali sulle spiagge di Torvaianica. Dopo Cleopatra e Perla Nera, ora è la volta di Port Royal, in lungomare delle Meduse e Bagni Belvedere in piazza Ungheria a cui, secondo il Comune di Pomezia, sarebbe decaduta la concessione demaniale per morosità. Il condizionale è d'obbligo, visto che sia Perla Nera che Port Royal hanno ancora aperti una serie di contenziosi con l'Ente locale, mentre alla Bagni Belvedere il Municipio non ha comunicato ancora alcuna decadenza. Il bando però è stato pubblicato all'albo pretorio e porta la firma del dirigente al Demanio, Vincenzo Rosario Rubusto. Manca, invece, la data di scadenza per la presentazione delle domande agli eventuali privati e società interessate a partecipare.
Nelle intenzioni del Comune la gestione di Port Royal e Bagni Belvedere potrà dunque essere affidata a nuovi concessionari, ma solo per una stagione balneare, da maggio a settembre e non fino al 2033, come invece, in fase di rinnovo, prevedono tutte le assegnazioni scadute il 31 dicembre scorso e come aveva deciso all'unanimità il consiglio comunale. Quelle nuove dunque dureranno il tempo di un'estate. Tuttavia «l'amministrazione si riserva di esercitare, in relazione al singolo lotto, l'opzione di rinnovare la concessione alle medesime condizioni del contratto di concessione iniziale, cioè di anno in anno (stagione balneare contenente il periodo maggio settembre) - scrive il dirigente Robusto - qualora si verificasse la contestuale presenza delle seguenti condizioni: il nuovo Piano di utilizzazione degli arenili non sia già esecutivo e non si siano concluse, entro il mese di aprile dell'anno in corso, le procedure di affidamento ad evidenza pubblica dei lotti definiti sulla base del nuovo Pua. In ogni caso, la durata complessiva dell'affidamento in concessione dei singoli lotti non potrà superare quattro anni: un anno iniziale e fino a tre per gli ulteriori rinnovi».
Il nuovo bando ha già sollevato dubbi e annunci di nuovi ricorsi alla magistratura. Esattamente come ha già fatto la società concessionaria de La Perla Nera che a febbraio ha presentato un esposto alla Guardia di finanza e un altro nei giorni scorsi ai carabinieri di Pomezia per chiedere di bloccare l'intero iter avviato dal Comune nonostante sulla decadenza della licenza siano ancora in atto due ricorsi: uno al Tar e l'altro al Consiglio di Stato. Situazione simile per Port Royal che con il Municipio ha addirittura dieci contenziosi ancora aperti. «E ora dice Walter Galli, titolare dello stabilimento ne avvierò un altro contro la messa a bando. Ho chiesto al Comune la possibilità di accedere alla definizione agevolata dei canoni che prevede uno sconto del 70 per cento, ma mi è stata rifiutata nonostante avessi tutte le carte in regola: la contestazione annua dei canoni e l'assenza di abusi edilizi. In questo modo l'Ente sta negando allo Stato di incassare le quote di affitto che avrei voluto versare. Inoltre è andato a bando anche il parcheggio dello stabilimento che non è demaniale, ma di proprietà della società titolare della concessione».
I balneari si chiedono anche per quale motivo il Comune non abbia pubblicato prima il bando per la concessione del Piccolo Porto, abbandonato da anni, ma soprattutto si domandano chi avrà interesse a partecipare e a investire centinaia di migliaia di euro solo per una, o al massimo quattro stagioni.
Moira Di Mario
© RIPRODUZIONE RISERVATA