scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
20/01/2021

«Torrente Jerapotamo Perché quei lavori di somma urgenza?»

Gazzetta del Sud

Polistena, interrogazione di Multari
Interventi di competenza della Città Metropolitana «Non era un imprevisto»
Attilio Sergio P OLISTENA Il consigliere Francesco Multari del gruppo di opposizione" Uniti per Polistena" ha presentato un' interrogazione al sindaco Policaro, per chiedere lumi sull' intervento effettuato per la messa in sicurezza dell'al veo del torrente Jerapotamo. In premessa, il consigliere Multari ricorda che la manutenzionee la pulizia dei percorsi fluvialiè attività esclusiva della Città Metropolitana. «Dagli atti- scrive nell' interrogazione- si evince che il 14 settembre 2020 veniva svolto un sopralluogo da parte dei tecnici comunalia seguito delle numerose segnalazioni ricevute da parte della cittadinanza residente in prossimità del torrente Jerapotamoin contradaBaldassarre per la rovinosa caduta di una briglia durantel' inverno precedente, verificando chea causa del forte inghiaiamento al centro dell' alveo, il percorso dell' acqua era stato deviato versoi lati causando una forte erosione degli argini con conseguente rottura della briglia». Multari ricorda anche che il 18 settembre 2020i lavori vennero autorizzati con delibera di Giunta per un importo di 15.000 euro+ IVAa corpo. Il consigliere di" Uniti per Polistena" ricorda chepresuppostonecessario per ricorrere all' art. 163 del Codice degli appaltiè chel' affidamento dei lavori in somma urgenza «non consenta alcun indugio»,e quindi deve essere relativoa circostanze impreviste, imprevedibilie comunque non note che comportino un imminentee concreto pregiudizio alla pubblica incolumità. I lavori sono stati realizzati nell' alveo del torrente Jerapotamo nei pressi di contrada Baldassare, nelle località Gaetanelloe Candelora,a monte eda valle di viale Rivoluzioned'Ottob re. Multari interroga il sindaco per sapere se sono stati correttamente valutatii lavori ordinati come somma urgenza, ai sensi dell' art. 163 del Codice degli Appalti, visto che «la briglia era caduta nell' inverno precedente edi lavori ordinatia fine estate, lavori che sono consistiti nel taglioe rimozione della vegetazione infestante, rimozione degli inghiaiamenti, rinforzo degli argini con ciottolameo massi, spianamento dell' alveo ai fini della riqualificazione morfologica». Il consigliere di opposizione chiede infine «perché nonè stata messa in mora la Città Metropolitana di Reggio Calabriaa cui spetta la manutenzione degli alvei dei torrenti ricadenti nel territorio comunale; se alla Città Metropolitana sono stati ribaltatii costi sostenuti peri suddetti lavori; perché parte dei lavori sono stati realizzati precedentementeal verbale di somma urgenzae precisamenteil 7settembre2020 inlocalità Gaetanello;e se il corrispettivo corrispostoè congruo ai lavori realizzati che si sono svolti in pochi giorni».