scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
08/05/2021

Torre Quetta, la gestione assicurata per tre anni

La Repubblica - Gabriella De Matteis

Il bando
● a pagina 5 kIl sopralluogo Il sindaco ieri mattina I chioschi dovranno essere in legno, con un colore che richiama quelli del mare e della spiaggia.
I gazebo, spazi aperti e delimitati da muretti, saranno trasformati in strutture ecocompatibili per la somministrazione di cibo e bevande. La riapertura di Torre Quetta si avvicina. L'amministrazione comunale ha pubblicato il bando per l'affidamento della concessione, immaginando per la spiaggia cittadina, dopo l'esperienza degli scorsi anni, una seconda vita. «Torre Quetta - dice il sindaco Antonio Decaro - è un simbolo per questa città: qui i baresi hanno riscoperto il nostro mare e imparato a vivere la nostra costa di giorno e di sera, ognuno a suo modo, e con i propri mezzi e tempi».
Il bando per l'affidamento della gestione è il punto di partenza. L'obiettivo è trasformare la spiaggia cittadina in un luogo di riferimento anche per la movida cittadina, ma sempre nel rispetto del paesaggio. E così l'amministrazione immagina il tratto di litorale con chioschi e gazebo, inseriti perfettamente nel contesto, strutture che dovranno essere rimosse. Tutto, dagli impianti ai serbatoi, passando per i pannelli fotovoltaici, saranno ecocompatibili, non visibili da terra e da mare. Gli arredi esterni, come le sedie e i tavolini, dovranno essere rigorosamente in legno, metallo, tela, in colori naturali, mentre l'uso di materiali plastici e di recinzioni è vietato. La concessione oltre alla gestione dei tre chioschi e dei cinque gazebo prevede anche quelle del parcheggio che rimarrà aperto sino alle 24 (al costo di tre euro per l'intera giornata e di due per la mezza e di un euro per i motocicli) e del campo di beach volley. Chi si aggiudicherà il bando del Comune per un valore complessivo di poco più di 35 mila euro dovrà occuparsi anche della pulizia della spiaggia, mettendo a disposizione dei cittadini cestini per la raccolta differenziata. «Si apre così una nuova stagione per quella che, a tutti gli effetti, rappresenta la spiaggia che ha segnato, negli anni, l'inizio di un nuovo rapporto dei baresi con il mare» spiega l'assessora alle Attività produttive Carla Palone. La concessione avrà una durata di tre anni. Per presentare le offerte c'è tempo sino al 7 giugno.
Il bando per l'affidamento del tratto di litorale è stato formulato dall'amministrazione dopo la revoca della concessione alla società che sino all'anno scorso ha gestito la spiaggia cittadina e che è stata destinataria di un provvedimento di interdizione da parte della Prefettura. «Non ci siamo arresi davanti ai problemi e alle vicissitudini, perché conclude Decaro - il nostro obiettivo è consegnare questo spazio ai cittadini, alle famiglie, ai più giovani, a tutti quelli che scelgono Bari. Torre Quetta tornerà e sarà più forte e bella di prima». - g.d.m.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: iL'annuncio L'aggiudicazione avverrà con il massimo rialzo