scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
14/07/2021

Torre Quetta, al vaglio rapporti fra le imprese ai primi tre posti

La Repubblica - Gabriella De Matteis

Il bando
Più di un milione 600mila euro.
Tanto è disposta a pagare per la concessione demaniale di tre anni la Mapi srl, che si è aggiudicata provvisoriamente il bando per la gestione della spiaggia cittadina di Torre Quetta. Affidamento non definitivo, visto che la commissione di gara ha avviato, come prevede la prassi, le verifiche sulla regolarità dell'offerta. ● a pagina 7 Più di un milione 600mila euro.
Tanto è disposta a pagare per la concessione demaniale di tre anni la Mapi srl, che si è aggiudicata provvisoriamente il bando per la gestione della spiaggia cittadina di Torre Quetta. Affidamento non definitivo, visto che la commissione di gara ha avviato, come prevede la prassi, le verifiche sulla regolarità dell'offerta. La Mapi srl, con sede a Torino, è specializzata nella gestione di alberghi e strutture ricettive: l'ultimo bilancio depositato nel registro delle imprese fa riferimento all'anno 2019 e indica un renge di fatturato che oscilla dai 6 ai 30 milioni. L'offerta dell'azienda è risultata quella economicamente più vantaggiosa. Il canone demaniale posto a base di gara era di 35mila euro. La Mapi srl ha proposto un rialzo in percentuale del 4650,066 per cento e questo significa che la concessione di Torre Quetta vale, al momento, un milione 600mila euro, una cifra che sembra decisamente al di sopra di ogni aspettativa.
La gestione di Torre Quetta è quindi considerata un investimento molto redditizio, ma sarà necessario attendere alcune ore e quindi il risultato delle verifiche avviate dalla commissione di gara per capire chi davvero alla fine gestirà la spiaggia: se l'aggiudicazione definitiva sarà confermata e quando il tratto di litorale sarà nuovamente fruibile per i cittadini con chioschi e servizi diversi da quelli della semplice balneazione. Per il bando della gestione della spiaggia sono arrivate undici offerte. Dopo una prima scrematura sul possesso dei requisiti e sulla regolarità della documentazione, in gara sono rimaste nove proposte e nella riunione della commissione giudicatrice venerdì è arrivata l'aggiudicazione provvisoria per la Mapi srl. Le verifiche in procedure come queste sono inevitabili e in questo caso riguardano principalmente un aspetto: è indispensabile chiarire il legame della società che ha vinto provvisoriamente il bando con altre due partecipanti, il gruppo alberghiero Allegroitalia e l'azienda BurrataBar, che si sono posizionate al secondo e al terzo posto e che avevano presentato offerte molto alto con un rialzo non inferiore ai 3mila 200 per cento. In particolare la commissione di gara vuole capire se la Mapi faccia parte del gruppo Allegroitalia e soprattutto se la cabina di comando sia la stessa (una circostanza quest'ultima che potrebbe mettere in forse la procedura di aggiudicazione).
Al momento però si tratta di accertamenti dovuti, nulla di più. Allegroitalia gestisce strutture turistiche anche in Puglia, come un albergo a Martina Franca, e Mapi srl quest'estate aveva avviato la ricerca di personale come cuochi, pizzaioli o baristi «per la prossima apertura di attività di bar e ristorazioni in tre lidi di Taranto». Al quarto posto nella graduatoria stilata dalla commissione di gara si è invece classificata l'ati composta dalla Lucente, dal gruppo Ideazione e dalla società Cube Comunicazioni. La necessità di avviare verifiche sulla regolarità dell'offerta, ritenuta più vantaggiosa, inevitabilmente, allungano i tempi per l'aggiudicazione definitiva e quindi anche per la riapertura nella nuova veste della spiaggia. E considerando il valore che gli operatori privati attribuiscono alla concessione, non è neanche escluso che il caso torni nuovamente nelle aule del Tar con nuovi possibili ricorsi.
Al momento, quindi, è difficile sbilanciarsi sulla data di riapertura con la nuova gestione.

Foto: kLa spiaggia in città Bagnanti a Torre Quetta, la spiaggia comunale attrezzata per la quale appaiono ancora indefiniti i tempi della riapertura a cittadini e turisti