scarica l'app
MENU
Chiudi
27/10/2020

Torna al lavoro il dirigente licenziato Ex dg imputato

La Repubblica

Aeroporti di Puglia
servizio ● a pagina 7 Da un lato il processo penale, dall'altro quello davanti al giudice del lavoro: per il momento ha ottenuto ragione su tutta la linea Vincenzo Schino, ingegnere di Aeroporti di Puglia, licenziato dall'ex direttore generale Marco Franchini e adesso reintegrato nel suo posto di lavoro. Contestualmente Franchini è stato rinviato a giudizio per abuso d'ufficio insieme all'ex responsabile unico del procedimento di un cantiere dell'aeroporto di Brindisi Nicola Micchetti. Entrambi - stando alle ipotesi della procura brindisina, che hanno trovato sponda nella giudice Stefania De Angelis - avrebbero esercitato pressioni su Schino, direttore dei lavori dell'ampliamento del piazzale dello scalo del Salento, per indurlo a proseguire gli interventi nonostante l'Enac non avesse approvato la perizia di variante.
La vicenda è iniziata nel 2014, quando, durante i lavori di ampliamento della zona in cui sostano gli aerei effettuati dalla ditta bitontina Sinco, furono trovati rifiuti speciali come pneumatici, batterie esauste e vari resti di precedenti lavori. Dopo la scoperta e l'invio di una perizia di variante all'Enac (che certificava l'esigenza di costi aggiuntivi per 1,3 milioni), Schino bloccò il cantiere mentre Franchini avrebbe voluto proseguire. Secondo l'impostazione del pm Giovanni Marino, la fretta era determinata dal fatto che la ditta incaricata aveva bisogno di liquidità e che di quella ditta Micchetti, in passato, era stato direttore dei servizi generali. I due indagati - stando all'ipotesi accusatoria - avrebbero costretto Schino «ad eseguire atti in violazione del Codice degli appalti e, in particolare, a proseguire i lavori nonostante non fosse ancora approvata la perizia di variante e non ci fossero tutte le autorizzazioni e le coperture economiche necessarie». Il direttore generale, inoltre, avrebbe minacciato l'ingegnere, «che se si fosse rifiutato sarebbe stato licenziato, come effettivamente è avvenuto». La lettera di addio da parte di Aeroporti di Puglia era arrivata nel novembre 2014 ma, a distanza di poco tempo, l'ex direttore dei lavori aveva deciso di trascinare AdP davanti al giudice del lavoro, ottenendo ragione poche settimane fa e rientrando in servizio a distanza di sei anni. Alla notizia positiva ottenuta da Schino dal tribunale civile, si è poi aggiunta quella arrivata dal Tribunale penale di Brindisi, con il rinvio a giudizio di Franchini e Micchetti. La loro posizione, nel corso del processo, si è aggravata perché l'iniziale contestazione di violenza privata si è trasformata in abuso d'ufficio. A decidere in tal senso era stata la giudice Adriana Almiento, alla quale il pm aveva inviato la citazione diretta a giudizio. Franchini e Micchetti avrebbero abusato del loro ruolo per esercitare indebite pressioni sul direttore dei lavori. Per questo il primo processo era stato interrotto e gli atti restituiti al pm per la formulazione della richiesta di rinvio a giudizio, necessaria per la contestazione di un reato più grave. L'udienza preliminare si è conclusa come richiesto dalla Procura, il processo inizierà il 18 dicembre a Brindisi.

L'ex direttore


Marco Franchini È stato direttore generale degli aeroporti di Puglia: ora è sott'accusa

Foto: kLa sede Un'immagine dell'aeroporto di Bari Palese