scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
05/06/2021

Torna a nuova vita la Casetta Pulledrari

Il Tirreno - Carlo Bardini

È uscito ieri il bando per trovare un gestore. Intanto vanno avanti i lavori di ripulitura e riqualificazione di tutta l'area maresca
Carlo BardiniMaresca. Torna a vita nuova gran parte della zona relativa alla Casetta Pulledrari per la prossima estate e per l'autunno. Proprio ieri è uscito un bando da parte dell'Unione dei Comuni Appennino Pistoiese, gestore della zona, per individuare un gestore che, dal prossimo 1° luglio lo gestisca per venti settimane. Un modo concreto per far sì che questa area, che negli anni passati è stata fonte di turismo, non passi ulteriori mesi abbandonata a se stessa. Si tratta di ristoro alimentare, noleggio e-bike e risistemazione del parco adiacente al vecchio campeggio.«La zona del parco della Casetta Pulledrari, area del "vecchio campeggio" è oggetto in questo periodo di lavori di ripulitura e riqualificazione - spiega il presidente dell'Unione dei Comuni, Luca Marmo - Nelle prossime settimane saranno installate attrezzature per il tempo libero, come tavolini, panchine, giochi per bambini oltre a due "casine" dedicate a bar e noleggio di e-bike. Il bando mira a individuare il soggetto gestore di tutto questo "pacchetto", da fine giugno fino all'autunno. L'obiettivo è ristabilire la dovuta dignità dell'area e riaccendere un servizio nell'area della Casetta e del Teso che resta una delle zone del territorio maggiormente frequentate da turisti e escursionisti ma da troppi anni non vedeva aperto un servizio accessibile al pubblico». L'obiettivo è stato raggiunto grazie a un progetto finanziato dalla Regione sul "Fondo della Montagna", che ha messo a disposizione soldi per la riqualificazione del parco, per le attrezzature e per l'acquisto delle bici elettriche, e che consentirà di riqualificare completamente l'area esterna in due tranche tra questa estate e l'anno prossimo. «Non era pensabile far passare un'altra estate senza riaccendere una luce, un servizio gestito e un'animazione dell'area - prosegue Marmo - in una delle aree più importanti per il turismo nel nostro territorio, che parla al cuore dei montanini. Su questo progetto c'è già un interesse di alcuni potenziali gestori e confidiamo che in tanti abbiano voglia di mettersi in gioco». Un plauso all'iniziativa arriva anche dall'assessore comunale al turismo di San Marcello, Giacomo Buonomini. «E' un passo avanti importante - dice - per rendere dignitosa e ancora attrattiva una zona che negli ultimi anni è stata abbandonata. L'interesse degli enti locali a questa area è dimostrata anche dal fatto che presto partirà il cantiere per la riasfaltatura della strada che porta alla Casetta Pulledrari. Dopo questo primo traguardo, il secondo di maggiore ambizione sarà il recupero del rifugio , della struttura Arci e dei bungalow». Il bando è consultabile sul sito internet dell'Unione Comuni dell'Appennino Pistoiese e le domande dovranno pervenire entro il 15 giugno alle ore 12. --© RIPRODUZIONE RISERVATA