scarica l'app
MENU
Chiudi
29/11/2019

«Tintoretto No all’accesso agli atti»

Brescia Oggi

Il consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle Dino Alberti annuncia che non è stato concesso l'accesso agli atti per sapere se esista o meno la perizia sul bando di gara della Torre Tintoretto, messa all'asta da Aler per un valore di 1 milione e 350 mila euro. È quanto emerge dalla risposta data da Aler Brescia alla lettera inviata dal consigliere.Nella missiva, Alberti viene considerato «alla stregua di un qualsiasi partecipante al bando», e perciò l'Azienda dichiara che valuterà se mettere a disposizione la documentazione solo al termine della procedura di gara. «IL VIGENTE codice degli appalti - spiega il 5S - si applica ai partecipanti della gara e non al consigliere regionale che invece è soggetto e tutelato dall'ex articolo 112 del regolamento del Consiglio regionale. Pertanto, come stabilito dalla norma, ho tutto il diritto di conoscere tutti gli atti predisposti da un ente pubblico quale è Aler non potendo io essere considerato alla stregua di un qualsiasi partecipante alla procedura pubblica di gara»© RIPRODUZIONE RISERVATA.