scarica l'app
MENU
Chiudi
13/01/2019

Terminillo, incognita impianti

Il Messaggero

Sul piano di rilancio stilato dal Comune pesa la volontà del gestore, Flavio Formichetti: «Va bene il bando per le concessioni, ma il prezzo sul valore delle strutture lo fisserò io»
«Rinnovare il bando per l'utilizzo degli impianti? Magari. Ma l'ultima parola sul valore economico delle strutture sarà la mia». Alla conferenza stampa di venerdì fra Comune di Rieti e Provincia per giocare la carta del rilancio del Terminillo era presente anche lui, Flavio Formichetti, il gestore degli impianti, il titolare della «Funivia del Terminillo» diviso fra la voglia di mollare tutto («Ma non trovo acquirenti») e l'alone di leggenda che aleggia sulla sua conduzione ultratrentennale («In fondo, vogliono che resti io a gestire il tutto»). La partita, adesso, è più aperta che mai. Anche perché se la gestione delle concessioni sarà assegnata a un nuovo soggetto, sulle piste restano gli impianti (vecchi, brutti, buoni ed efficienti, questo è un altro discorso) che sono di proprietà della «Società Funivie», ergo Formichetti. E non sarà facile fare i conti con lui.
G.Cavoli a pag. 36