scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
01/05/2021

Terme: nuovo bando per la gestione, cala il canone di affitto annuo

QN - La Nazione

BAGNI DI LUCCA Pronto il nuovo bando per La concessione delle Terme, resta il termine fino al 2037, ma cala il canone di affitto annuo da 48mila a 38mila euro. L'ennesimo avviso pubblico emesso dal Comune di Bagni di Lucca, alla ricerca di un nuovo gestore per gli stabilimenti termali comporta per l'eventuale concessionario anche l'obbligo di eseguire lavori di straordinaria manutenzione, restauro e riqualificazione del complesso immobiliare comprendente Casa Boccella e stabilimento Jean Varraud situato nella frazione di Bagni Caldi. I plichi contenenti le offerte dovranno essere inviati entro le 12 del 17 maggio 2021 all'ufficio protocollo di Bagni di Lucca, a mano o tramite pec all'indirizzo comunebagnidilucca@postacert.toscana.it. La gara dovrebbe aver luogo entro fine maggio. A parte lo sconto annuale sull'affitto, le condizioni restano in linea generale quelle previste dai precedenti bandi, che videro le gare di affido sempre deserte. L'oggetto della concessione è la valorizzazione e l'utilizzazione del complesso di Bagni Caldi. Il costo dei lavori obbligatori a carico del gestore, fissati nel bando, sarà oggetto di scomputo del canone di concessione, fermo restando il versamento di un canone annuale minimo di 4mila 800 euro. Lo scomputo massimo è di 550mila euro. Gli stabilimenti sono chiusi dal 9 gennaio, nonostante la proroga al 30 giugno concessa dal comune al vecchio gestore, ma non utilizzata. Molta la preoccupazione fra i dipendenti, sia degli stabilimenti che dell'albergo, con 16 persone tuttora in cassa integrazione, che non vedono uno sbocco sicuro atto a garantire il posto di lavoro. A ciò si aggiunge anche il mancato rinnovo della convenzione con l'Asl per accedere al Sevizio Sanitario Nazionale che potrebbe ulteriormente ritardare la riapertura stagionale. Marco Nicoli © RIPRODUZIONE RISERVATA